home
Home
titolo
 
Azienda
Auto
Eventi
Contatti
2005 2007 2009 2011 2013 2015 2017 2019
r

 

   

 
  Manifesto rievocativo del Lavoro della Famiglia Stola per l'Automobile svolto dal 1919 al 2019 nei settori modelli, prototipi, cubing e ingegneria. Alfredo Stola con la sua piccolissima squadra fra il 1919 e il 1923 modellano varie versioni della Lancia Lambda, fra il 2018 e il 2019 Studiotorino è advisor tecnico e di management del modello Iconiq Muse per magna Steyr Italia.
Si ringrazia per la realizzazione di questa opera grafica lo studio SPADACONCEPT.
 
STUDIOTORINO è stata costituita il primo gennaio 2005 da Alfredo e Maria Paola Stola con il contributo di Marco Goffi.
L'azienda ha come obiettivo il design dell'automobile, la realizzazione di carrozzerie sportive fuoriserie e la consulenza tecnica e organizzativa per primari operatori del settore.
Il desiderio di Alfredo è di poter, nel 2019, celebrare i 100 anni di lavoro della sua Famiglia per l'Automobile.
Maria Paola e Alfredo Stola
Gennaio 2005. Maria Paola e Alfredo Stola con il loro
bulldog "Killer" sulla Porsche 356 speedster.

Luglio 2006. Maria Paola Stola.
Marco Goffi
Luglio 2006. Marco Goffi.

1982 Salò, Maserati 200 SI Alfredo Stola con l'amico
Armando Cavallo alla prima riedizione storica 
del "Circuito del Garda" 

Fra gli interessi di STUDIOTORINO c'è anche la ricerca e lo studio delle "auto classiche" in particolare i "Concept Cars" storici dei più illustri maestri mostrati nel tempo.
Meccaniche raffinate e carrozzerie costruite a mano una ad una, pezzo dopo pezzo, nella migliore tradizione torinese sono la miscela ideale per la definizione del prodotto "fine sports cars" a cui bisogna aggiungere la competenza tecnica dei più qualificati fornitori partner.
 

Il concetto organizzativo di STUDIOTORINO é di raccogliere e dirigere intorno a se le migliori competenze umane e i più qualificati fornitori.
Rapporti di collaborazione con prestigiose scuole di design e università ne fanno un punto di riferimento per quei giovani studenti che hanno nell'automobile una passione speciale.

Alfredo Stola
Gennaio 2005. Alfredo Stola sceglie i primi disegni
di Aldo Brovarone.

Alfredo Stola
Alfredo Stola nel 1996 ha ricoperto il ruolo di responsabile
commerciale e tecnico costruzione concept Maybach.

L'esperienza di Alfredo Stola è il frutto di  25 anni di lavoro nel campo dei "modelli e show car" costruiti fra 1980 e il 2004.
Questo presupposto è la garanzia che STUDIOTORINO da ai suoi clienti "fuoriserie" di design esclusivo con una pregiata finitura manuale della più tradizionale scuola Torinese.
In quel periodo sono state molte le occasioni di incontri e conoscenze con i più straordinari uomini del mondo dell'automobile.

Uno di questi è con il Professor Ferdinand Alexander Porsche tra 1998 e il 1999 in occasione della costruzione di due "modelli di stile" della Cayenne per il suo Design Studio in Zell am See in Austria.

Questi straordinari incontri nel suo storico ufficio saranno qualche anno dopo nel 2005/6, di grande ispirazione per i primi progetti di STUDIOTORINO basati sulle Porsche tipo 987 Boxster e Cayman.

STUDIOTORINO dal 1 gennaio 2005 mette a frutto la sua creatività per la realizzazione di esclusive carrozzerie fuoriserie interamente lavorate a mano per soddisfare le aspettative di ogni persona, proprio come show car uniche e irripetibili.

Le relazioni famigliari di una vita e le amicizie nate dalla pura passione comune, continuano più che mai. Uomini dell'automobile, collezionisti e soprattutto i "maestri dello stile e dell'ingegneria" sono per noi un esempio e una continua fonte di ispirazione.


Torino Gennaio 2005. Aldo Brovarone presso la sua abitazione mostra
ad Alfredo Stola i primi disegni della Ruf RK Spyder.

Torino 2005. Alfredo Stola e Marcello Gandini.

Francoforte 2005, Shiro Nakamura -Nissan Infiniti- e A.Stola.

Vance Settembre 2005. Alfredo Stola con Paul Frère primo assoluto a le 24 ore di Le Mans del 1960
su Ferrari 250 Testa Rossa e collaudatore della Porsche 901/ 911 e della Mercedes C111.
Paul Frère è stato il primo a testare su strada la RK Spyder per la rivista "Road & Track"

Milano aprile 2006 Castello Sforzesco.
Bruno Sacco -Daimler Benz- e A. Stola.

Alfredo Stola & Alois Ruf, Bahrain F1 GP 2006.

Detroit 2006. Walter de Silva -VW Group-, A.Stola, e Chris Bangle -BMW Group-.

Detroit 2007. Gerry McGovern -Land Rover- e A.Stola.

Moncalieri, maggio 2007. La RK Spyder di Mr. Ciardelli prima della consegna nel New Hampshire (USA).
Maria Paola e Alfredo Stola, Giorgetto Giugiaro, Fabrizio Giugiaro - Italdesign- e Marco Goffi.

Ginevra 2007. A.Stola e Wolfgang Egger -Alfa Romeo-.

Ginevra 2008. Peter Pfeiffer -Daimler Benz-, A.Stola,
Gorden Wagener -Daimler Benz-.

Ginevra 2008. Harm Lagay -Porsche-,
Roland Heiler -Porsche Design-, e A.Stola.

Ginevra 2009. John Elkann -Fiat Group-, Pierfranco Gavina,
il HRH Principe Khaled bin Alwaleed bin Talal Al Saud,
e A.Stola.


Detroit 2010. Freeman Thomas -Ford- e A.Stola.

Kirchen-Sieg 2011. Alfredo Stola,
Peter Arcadipane -Mitsubishi-.

Detroit 2012. Daniele Gaglione -Alfa Romeo- e A.Stola.

Ginevra 2012. Giorgetto Giugiaro -Italdesign-
e Maria Paola Stola.

Ginevra 2012. A.Stola e Flavio Manzoni -Ferrari-.
Maurer
Parigi 2012. Michael Mauer -Porsche- e A.Stola.

Dubai 2013. Marek Reichman -Aston Maritin- e A.Stola.

Weissach 11 03 2014. Wolfgang Hatz -Porsche-
Maria Paola e Alfredo Stola.

Torino 2015. Frank Stephenson -Mclaren- e A.Stola.

Torino 2015 al "Parco del Valentino Salone & Gran Premio". Ercole Spada, Giorgetto Giugiaro, A.Stola, Marcello Gandini e Leonardo Fioravanti.

Ginevra 2016 Tiziano Novo - Magna Steyr Italia -,
Harald Wester -Maserati, Alfa Romeo- e A. Stola

Ginevra 2016 Maria Paola Stola,
Robin Page -Volvo- e Alfredo Stola

Ginevra 2016 Maria Paola Stola, Klaus Busse -Fiat, Alfa Romeo, Maserati e Abarth- e A. Stola.
Paolo Spada
Villa D'Este Maggio 2016. A.Stola e Paolo Spada.

Ginevra 2016 Gorden Wagener -Mercedes Benz, Smart- , Alfredo Stola e Steffen Köhl -Mercedes Benz, Smart-

Ginevra 2018. A. Stola e Marc Lichte - Audi -

Ginevra 2018. Horacio Pagani, A. Stola e M.P. Stola

Quail Lodge Carmel 2018.
Achim Anscheidt - Bugatti - e A. Stola

Pebble Beach Monterey 2018.
Maria Paola Stola e Gorden  Wagener - Mercedes Benz-

Dubai 2019 Bulgari Yacht Club Dubai.
Ralph Debbas W Motors, Tiziano Novo Magna Steyr, Alfredo Stola.
16 giugno 2005 a Torino presso il Museo dell'Automobile Biscaretti di Ruffia, con la presentazione dei primi due differenti prototipi RK e R Spyder carrozzati STUDIOTORINO si è completato il primo ciclo creativo ed ha preso ufficialmente il via la produzione su richiesta della prima "fuoriserie".
La base di partenza è la Porsche Boxster my 2005 type 987.

Freeman J. Thomas
RK Spyder carrozzata da STUDIOTORINO. Chassis N. W09CM23876PR06058


17 giugno 2005 le Rk Spyder e R Spyder, in occasione dell'evento di Torino Magazine sulla pista del Lingotto.
Il 18 Agosto 2006 in California, come evoluzione naturale del progetto, STUDIOTORINO ha presentato al "The Quail Lodge" in Carmel la RK Coupè, dando anche in quest'occasione il via alla produzione su richiesta del secondo modello di "fuoriserie".
La base di partenza è la Porsche Cayman my 2006 type 987.

RK Coupè carrozzata da STUDIOTORINO. Chassis N. W09CB03836PR06074


Carmel ( California ) 19 agosto 2006, la RK Coupè di fronte alla storica stazione di servizio della "Gilmore",
in occasione della presentazione ufficiale al "The Quail Lodge” del 18 agosto.

 

2005 Rk Spyder consegnata in Italia

2005 R Spyder consegnata in Germania

2006 RK Coupè consegnata in Italia

2006 Rk Spyder consegnata in USA (Kansas)

2007 Rk Spyder consegnata in USA (New Hampshire)

2008 RK Coupè consegnata in Germania
 

L’ 8 febbraio 2008 per STUDIOTORINO è l’inizio di un nuovo ciclo creativo, a Roma in occasione della mostra "Scrigno Tesori d'Italia" nascono Maserati CINQUEPORTE e Fiat 500 PEPITA lavori di stile e trim and colours commissionati da STUDIO M. Una inedita station wagon dal carattere sportivo e una particolare ricerca di personalizzazione attraverso il colore e i materiali.
Ancora una volta delle "fuoriserie" nella tradizione Studiotorino, realizzate col supporto dei Parteners tecnici Salt Gavina, ADM e Daniele Gaglione.

CINQUEPORTE
Modello in scala 1/4 della Maserati Cinqueporte.
 

Fiat 500 PEPITA verniciata con una percentuale di oro 24K.
Gli pneumatici Pirelli con fascia d'oro forniti
appositamente dalla casa.

Maria Paola Stola. Plancia in madre perla,
sedili in finto coccodrillo stampato, dettagli in pietre dure
e Swarovsky
.
 

Il 5 settembre 2008, Gianfranco Gavina (Salt) organizza per Studiotorino un incontro  a Parigi all’Hotel George V con il Principe HRH Khaled bin Alwaleed bin Talal Al Saud alla presenza di Alfredo Stola e dello stilista Daniele Gaglione.
La richiesta é di realizzare due studi di ricerca di stile per una possibile oneoff  da realizzarsi su un telaio Audi R 8 o Bugatti Veyron.

 


2008 Hotel Four Seasons George V Paris
con il HRH principe Khaled bin Alwaleed bin Talal Al Saud, Pierfranco Gavina della Salt, Alfredo Stola e Daniele Gaglione il designer.
 

Modena 16 ottobre 2008, presso la torre Maserati,
Harald Wester, HRH Khaled bin Alwaleed e Alfredo Stola.

Maranello 16 ottobre 2008 il Principe con la sua
Bugatti Veyron in visita alla Ferrari.
 

il 16 ottobre con l’occasione di esaminare il progresso dei lavori a Torino, Alfredo Stola ha organizzato una visita in Maserati  e in Ferrari  incontrando Harald Wester CEO della Maserati.
Una giornata indimenticabile per due appuntamenti fuori dal comune e soprattutto per il viaggio Torino Modena Maranello e ritorno  a bordo della personale Bugatti Veyron del Principe.

 

Torino Caselle 17 ottobre 2008, il Boing 747-400 della Kingdom Holding Company in partenza per Riyadh.
 

Il 22 dicembre a Torino  é avvenuta la presentazione finale dei disegni; un progetto apprezzato ma  rimasto solo sulla carta, comunque un’esperienaza importante per la nascita di una interessante conoscenza.

 

Proposta di stile per una "fuoriserie"su base Bugatti Veyron.
 

Proposta di stile per una "fuoriserie" su base Audi R8.
 

Il 12 settembre in occasione del “World Design Capital Torino 2008”, Studiotorino celebra con la Fiat 500 una personalizzazione artistica ispirata al fumetto “Diabolik”. Una precisa scelta “una tantum” per onorare un’auto simbolo di Torino.

Con questo progetto si vuole proporre per la prima volta un’innovazione tecnologica: il Digital Printing Automotive Leather  (DPAL).



.

diabolika
Villarbasse Agosto 2009, le due 500 Diabolika
fotografate prima della consegna.

Ancora nel contesto "Turin World Design Capital 2008", STUDIOTORINO propone la "COUPETORINO ".
Un progetto "culturale" elaborato in collaborazione con l' Istituto di Arte Applicata (IAAD) e il Mercedes-Benz Design.


15 luglio 2008 il disegno definitivo della COUPRTORINO m.y. 2008 approvato da Peter Pfeiffer.
 



Modello in scala.
 

Piotr Degler Jablonski laureotosi
allo IAAD nel luglio 2008.

Como 9 luglio 2008: presso il Centro Stile Mercedes il Professor Peter Pfeiffer, il dottor Michele Paganetti visionano i disegni
In première il 12 dicembre alla Turin Gallery, COUPETORINO viene presentata alla mostra “FORME FUORI DALLA SERIE” con un modello in scala, immaginato per un unico esemplare derivato dalla storica icona degli spider, la Mercedes SL (R 230).
 
Nell’aprile 2009 nasce la prima collaborazione di sola docenza di stile fra la prestigiosa KING SAUD UNIVERSITY, MAGNA STEYR ITALIA e STUDIOTORINO, nell’ambito di un vero e proprio progetto integrato nel corso di laurea di ingegneria autoveicolistica.

Modello di stile GAZAL 1 della King Saud University.
 
Con la premiere del modello di stile denominato GAZAL 1, al Salone di Ginevra nel marzo 2010 presso lo stand della King Saud University si concretizza la prima fase di questo progetto. Si conclude il 15 giugno 2010 con la presentazione del prototipo perfettamente marciante, alla presenza del HRH Re Abdullah bin Abdulaziz Al Saud accompagnato dal ministro dell'educazione Khalid Al-Angari e dal rettore della KING SAUD UNIVERSITY Dr. Abdullah Al-Othman presso il palazzo reale a Jeddah.

Modello di stile GAZAL 1 della King Saud University.
 

Ginevra marzo 2010, modello di stile nello stand
della King Saud University.

Ginevra 2010, nello stand della KSU da sinistra
Alfredo Stola, Ali Al Samhan (ksu), Tiziano Novo
( Magna Steyr Italia) Saied Mohamed H. Darwish (ksu).
gazal
Alfredo Stola con gli studenti della
King Saud Universiti
in Riyadh

Jeddah 15 giugno 2010. HRH Re Abdullah bin Abdulaziz Al Saud con la direzione della KSU alla presentazione del prototipo perfettamente marciante Gazal 1.
 
Il 26 gennaio 2011 la RK COUPE' è "ospite" al primo Qatar Motor Show nella citta di Doha.
Presentata nell'ambito dell'iniziativa ANFIA:
"In Qatar i maestri del design automobilistico italiano".
Il prototipo, appositamente preparato per l'occasione, è stato posizionato nello stand Salt all'interno dell'area comune ANFIA dedicata ai carrozzieri Italiani.


Milano Malpensa, Qatar Airways volo 6036 12 gennaio 2011
Airbus A310 F destinazione Doha.

Doha 26 gennaio 2011, la RK Coupè di Studiotorino nell'area ANFIA al primo salone internazionale dell'automobile in Qatar.


Il 26 novembre 2011  Alfredo Stola "ospite"  della Teheran University ha tenuto due lezioni agli studenti della facoltà d' Arte con i titoli "The Essence of Craftmanship RK Spyder e RK Coupè" e "Art and Cars".
L'occasione è la  presentazione del  progetto Metaphorm di tesi di laurea di un  gruppo di studenti  laureandi in "Industrial-Car Design".

Diretto dal professor Robert Sarkissian  e coordinato dagli assistenti Siavash Jafari Jozani e Mani Keramati  la tesi è focalizzata sulla costruzione di un modello di stile per interni  in " Clay Model" ispirato dall'Audi R8.  
Per STUDIOTORINO un'esperienza unica con professori e ragazzi di grande capacità e soprattutto tantissima  passione per il car design e la storia dell'automobile.


In prima fila da sinistra: Mr Ramin Mahbobi, Mr Robert Sarkisian, Mr Cyrille Jegu, Alfredo Stola, Miss Roza Hosseini, Miss Fatima Safikhani, Miss Leyla Ensaniyat e nella seconda fila: Miss Tayebe Kharestani, Miss Mina Kasirifar,
Mr Siavash Jafari Jozani e Mr Sam Antighechian.
L'11 luglio 2012 a Beirut presso la storica villa "Sursock Palace" Ralph Debbas presenta alla stampa e ad una selezionata platea politica e imprenditoriale la societá automobilistica W Motors.
In questa occasione vengno svelate le prime suggestioni del futuro modello Lykan che nel ambizioso progetto sará la prima "Hypercar Medio Orientale".

Scultura in alluminio costriuita da W Motors rappresntate le linee caratteristiche della futura Lykan.
Preceduto da due incontri preparatori a Torino con Magna Steyr e Studiotorino per studiare il progetto nel suo insieme e la sua fattibilitá tecnica, l'obiettivo richiesto é presentare il modello di stile al salone dell'automoble di Dohaa 2013. Il raffinato design é di W Motors ed è stato interamente sviluppato a Beirut da Ralph Debbas e Anthony Jannarelly.

Beirut, al termine della prima conferenza stampa. Da Sinistra Alfredo Stola, Ralph Debbas,
Saari El Khalil, Tiziano Novo e Anthony Jannarelly.

Beirut, un momento della indimenticabile
festa di inaugurazione.

Beirut, Ralph Debbas al suo primo discorso agli
ospiti dell'evento.

Il 28 gennaio 2013 la W Motors www.wmotors.ae presenta in première mondiale al salone internazionale dell'automobile del Qatar nella città di Doha il "modello di stile" della Lykan.
STUDIOTORINO ha avuto l'incarico di "advisor" nelle attivitá di modellazione inerenti alla costruzione del solo modello di stile attraverso una collaborazione con Magna Steyr Italia.
Lo straordinario disegno della hypercar Lykan è stato ideato e realizzato da Ralph Debbas e Anthony Jannarelly.

Rivoli, Novembre 2012, prima presentazione del modelli di stile presso la modelleria di Secoli.
Da sinistra Turi Suraci, Lello Locantore, Sergio Boero, Alfredo Stola, Ralph Debbas, Anthony Jannarelly, Tiziano Novo, Carlo Carena, Flavio Secoli, Davide Secoli.


Doha 28 gennaio 2013, il modello di stile della Lykan in premiere mondiale al Qatar Motorshow nello stand della W Motors.
Sari El Khalil e Sultan Abu-Sultan presentano il modello di stile della Lykan al Primo Ministro del Qatar
Sua Eccellenza Sheikh Hamad bin Jassim bin Jalsor al Thany

COUPETORINO m.y. 2013 è un progetto "non profit" ideato da STUDIOTORINO e promosso da Alfredo e Maria Paola Stola " esclusivamente " dedicato alla formazione didattica di sei giovani studenti dell'Istituto di Arte Applicata di Torino ( IAAD ) diretto da Laura Milani
Trasformare la nuova Mercedes SL icona degli spider in una esclusiva coupè è stato il "tema di studio" condiviso fra STUDIOTORINO e Steffen Koehl del Global Advance Design MERCEDES BENZ.

27 settembre 2012 Salone di Parigi. Alfredo Stola mostra
i primissimi disegni degli studenti a Steffen Koehl

Manifesto ufficiale del progetto COUPETORINO

Alfredo e Maria Paola Stola in aula con gli studenti dello IAAD

Como, 27 maggio 2013. Centro stile Mercedes-Benz. Presentazione finale del progetto. Da sinistra: I. Moriggi, C. Zanot, S. Manini, B. Arena, A. Stola, D. Pellegrino, S. Koehl, MP. Stola, L. Milani, M. Paganetti, M. Bavaro, R. Cascone.
Il 27 maggio 2013 a Como, presso i Design Center MERCEDES BENZ diretto da Michele Paganetti è avvenuta la presentazione finale "dello studio".
L'evento presieduto dagli stessi Koehl e Paganetti è culminato con il modello di stile in scala 1/4 sponsorizzato da SKORPION, dalla proiezione di un film multimediale riassuntivo delle attivitá e dall'esposizione di sei "illustrazioni" realizzate dagli studenti in completa libertá.
Per avere più informazioni sul "PROGETTO" o sullo "STILE" Click Here

Una delle sei "illustrazioni" libere eseguite dagli studenti.
ll 9 giugno 2013 STUDIOTORINO annuncia alla stampa il progetto e i disegni del futuro prototipo denominato MONCENISIO, derivato ancora una volta dalla Porsche Cayman S modello 981.
Il disegno della "Moncenisio" è un omaggio dell'architetto Daniele Gaglione da molti anni amico della famiglia Stola. La presentazione ufficiale è prevista nella prima parte della primavera 2014.
Moncenisio
 
Moncenisio
Moncenisio
Tra il 18 giugno e il 29 ottobre 2013, presso il Museo Nazionale dell'Automobile di Torino, i nostri prototipi RK Spyder del 2005 e RK Coupè del 2006 sono stati esposti in una mostra semestrale sul design e sulla carrozzeria, insieme a sette grandi capolavori di maestri italiani e tedeschi.
Per noi di STUDIOTORINO è una soddisfazione immensa essere stati invitati in uno fra i più  importanti musei al mondo, fra vere e proprie icone dello stile.
La nostra presenza alla mostra ci lascia pensare con emozione che i modelli RK siano diventati "classici".

Torino 18 giugno / 29 ottobre 2013. Museo Nazionale dell'Automobile di Torino insieme alle due STUDIOTORINO RK Spyder e Coupé, ALFA ROMEO 8C Spider e Coupè, BMW Mille Miglia, GIUGIARO Parcour, GIUGIARO Brivido, LANCIA Delta Integrale Spider, STOLA S81, STOLA Abarth Monotip, Lamborghini Cala, Lamborghini Egoista.
Il 5 ottobre 2013, presso Porto Mantovano, in occasione della decima edizione del concorso " Autostyle Design Competition " organizzato dalla Berman spa, Alfredo e Maria Paola Stola presentano una relazione dal titolo "COUPETORINO su  MERCEDES BENZ SL".
Fra gli altri relatori Robin Page (Volvo), Alessandro Maccolini (Alfa Romeo) Flavio Manzoni (Ferrari) e Giovanni Ribotta (Maserati).
Una straordinaria occasione per incontrare autorevoli protagonisti dell'automobile  e gli studenti delle piú importanti scuole di design nel mondo. 

Porto Mantovano. Maria Paola Stola presenta la relazione"COUPETORINO su MERCEDES BENZ SL".

Villa di Bagno a Porto Mantavano.

L'arch Flavio Manzoni con LaFerrari star dell'evento .

Il 5 novembre 2013 la W Motors www.wmotors.ae  presenta in premier mondiale al Dubai International Motor Show il prototipo di "pre-produzione marciante"  Lykan HyperSport 2014. Lo straordinario disegno é stato ideato e realizzato da Ralph Debbas e Anthony Jannarelly della W Motors.
STUDIOTORINO ha avuto l'incarico di "advisor" attraverso una collaborazione con Magna Steyr Italia per le attivitá inerenti alla "modellazione della maquette d'interni" e di "supporto al team" nella realizzazione del prototipo di pre-produzione.


Prima fila da sinistra:  R. Iraldi, B. Comollo.  Seconda fila da sinistra:  C.Carena M.Marangon, G. Buttiglieri, D.Secoli, F.Secoli, R.Debbas, T.Novo, R.Debbas, A Stola S.El Khalil, J Khabbaz, A. Jannarelly.  Terza fila da sinistra:  C Obbreja, G.Benaggia, S.Suraci, P.Damiano, N.Candido, W.Miranda, G.Scardino, V.Vernacea, E.Rizzardi, S.Boero, G.Federici, S.Lo Piccolo, R.Brilli, M.Ravizza, M.Bonando, M.Mingozzi, G.Boccafogli, M.Coletto.

Dubai 5 novembre 2013, Ralph Debbas e Sari El-Khalil della W Motors alla premiere mondiale al
Dubai International Motor Show del loro prototipo di "pre produzione marciante" Lykan Hypersport 2014".

Il 21 marzo 2014  presso il Museo Nazionale dell'Automobile di Torino, nell'area dedicata al design contemporaneo Studiotorino presenta la fuoriserie MONCENISIO.
Questa "speciale" é basata sulla Porsche Cayman S my 2014 tipo 981.

Moncenisio

La MONCENISIO ha una carrozzeria "unica e speciale", e mantiene originali tutta la struttura, il telaio, la meccanica, il motore con le sue emissioni e tutti gli apparati di sicurezza attivi e passivi.
I lavori manuali della modellazione di stile, di sellatura per interni, e di verniciatura della carrozzeria sono eseguiti con i piû tradizionali metodi della scuola torinese.
Io stile della MONCENISIO é dell'architetto Daniele Gaglione che con passione e generositá ha firmato il disegno.
Ispirato all'inarrivabile  Type 904 del 1963 di Ferdinand Alexander Porsche e in continuitá con la nostra precedente RK Coupé del 2006, lo stile della MONCENISIO é caratterizzato da linee contemporanee, particolarmente tese.

Moncenisio

2015 La "One Off" S.F. 1/1 sulla strada del passo del Moncenisio. Ecco il motivo del nome: gli esterni con il colore del lago e gli interni con i colori dei pascoli. L'ardito trim and colours è stato eseguito da Maria Paola Stola.

Il 13 giugno 2014 in occasione del 150° anniversario della Magirus Deutz, presso il loro quartier generale di Ulm con l'occasione di esporre l'intera produzione, sono stati presentati i prototipi funzionali della nuova generazione della cabina pompieri per il pronto intervento.
Per Magna Steyr Italia, Studiotorino e Spadaconcept in partnership  sono stati advisor  per il supporto tecnico e lo stile.


Il disegno di stile di Spadaconcept.

Stabilimento Iveco di Ulm, il camion Magirus Deutz con la cabina Mockup. Alfredo Stola, Flavio Secoli, Raffaele Sperandeo, Massimo Mingozzi e Davide Secoli

I prototipi funzionali ha 7/8 posti completamente funzionanti in ogni dettaglio progettati e realizzati da Magna Steyr Italia hanno come obiettivo principale l'ergonomia dei vigili del fuoco in completo assetto di intervento con le bombole di ossigeno indossate.
In occasione di questo importante anniversario, i camion completi delle cabine pronto intervento sono state viste e provate da centinaia di delegazioni di vigili del fuoco provenienti da tutto il mondo con l'evidente secondo obiettivo di una efficace azione di marketing.


Rivoli 24 maggio 2014 il Mockup prima della
spedizione ad Ulm

Ulm 14 giugno 2014 Sergio Marchionne, presidente di CNH industrial N.V., all'evento del 150° anniversario esamina il Moch Up
Il 24 aprile 2015 a Pechino STUDIOTORINO è stata invitata alla presentazione del film Fast and Furious 7, organizzata da UNIVERSAL. Un prestigioso ed esclusivo invito con gli attori Vin Diesel, Michelle Rodriguez e Jason Statham.
STUDIOTORINO, advisor di Magna Steyr Italia, ha collaborato in team alle attività  inerenti la realizzazione delle "stunt cars" rosse W Motors Lykan Hypersport necessarie alla produzione cinematografica.

Tiziano Novo (Magna Steyr Italia), Ralph Debbas (W Motors), l'attore Jason Statham,
Sari El-Khalil (W Motors), Alfredo Stola (Studiotorino)

"EXPO TO" dal 27 maggio al 27 settembre.
A Torino fra le iniziative "EXPO TO" fra il 27 maggio e il 27 settembre 2015 con gli eventi "Parco Valentino Salone & Gran Premio" e "Modus Vivendi" i classici prototipi di Studiotorino Ruf RK Spyder, RK Coupé e la nuova Moncenisio sono tra i protagonisti. Da un' idea di Andrea Levi, supportato da un comitato d'onore di eccellenza l'obiettivo "Parco Valentino" é raccogliere intorno a quello che fu il tracciato del Gran Premio formula 1 a Torino che si svolse per l'ultima volta nel 1955 un'inedita esposizione automobilistica.

Ruf RK spyder e Ruf RK coupè alla prima edizione del "Parco Valentino Salone & Gran Premio"
"Modus Vivendi" é una mostra organizzata dal Cav. Rodolfo Gaffino direttore del Museo dell'Automobile di Torino di 14 veicoli diventati mitici per aver compiuto viaggi speciali.
Ogni vettura racconta una storia emozionante, un viaggio alla scoperta di mondi e culture distanti e differenti; la nostra Moncenisio probabilmente ad oggi é stato l'unico "prototipo" a raggiungere il Globo d'Acciaio di Nordkapp in pieno inverno.
Per la cronaca l'estremo punto più a nord del mondo percorribile su strada asfaltata è stato raggiunto il 30 gennaio 2015.
NordKapp
Nord Kapp 30 gennaio 2015 ore 11.30 : Alfredo Stola al "globo d'acciaio"
71° 10' 21" N - 25° 47' 40" E

La Moncenisio "Arctic Experience" al MAUTO insieme ad altre 13 straordinarie automobili e al camion
Iveco Overland tutti pratagonisti di viaggi estremi per le strade del mondo.
 
L'incontro con Adolfo Orsi è stato ispiratore per l'argomento della tesi ideato e proposto da Studiotorino al laureando Davide De Martinis; LA NUOVA MOTO MASERATI m.y. 2016.
E' noto a pochi che la MASERATI ha prodotto motociclette fra il 1947 e il 1960 e quindi analizzare in una tesi universitaria "la storia", con l'aiuto di una persona così autorevole, è stata un occasione che Alfredo e Maria Paola Stola "relatori esterni" all'esposizione non si sono fatti sfuggire.
Si è voluto così immaginare che la Maserati in questi anni non abbia mai smesso di produrre moto e quale sarebbe potuto essere il suo ultimissimo modello.
   
Maserati VCM 322
08-02-2016 Il disegno "POST LAUREA IAAD" di Studiotorino con Davide De Martinis.
Tutors per lo stile Paolo Spada e Emanuele Battista. Supervisors Alfredo e Maria Paola Stola
   
Davide De Martinis si è laureato il 9 luglio 2015 presso l'università IAAD di Torino in trasportation design e ha avuto come relatori interni Luca Bar e Marco Vendrame.
Paolo Spada e il suo collaboratore Emanuele Battista di Spadaconcept sono stati i tutors di Studiotorino nel periodo "Post Laurea" dedicando con generosa passione un po' del loro tempo libero.
VCM 322 nome di questa moto di fantasia è un omaggio allo storico indirizzo civico dello stabilimento modenese della Maserati spa di Viale Ciro Menotti 322.
   

Torino 9 Luglio 2015 la commisione di laurea presso l'università IAAD riunita: A.Stola, L.Milani, M.Vendrame, L.Bar.

Davide De Martinis con i relatori esterni Maria Paola e
Alfredo Stola all'esposizione della tesi.
   

Spada in un momento di formazione creativa
con De Martinis.

Le conseguenti suggestioni di stile ispirate alle classiche
Moto Maserati degli anni 50/60.

Il dna della VCM 322 nonostante la grande differenza di cilindrata è della moto Tipo 50cc T2 Super Sport del 1960. L'architettura del telaio, i dettagli degli ammortizzatori a molla, il parafango anteriore, il colore e la grafica, sono stati tutti i nostri riferimenti sin dall'inizio. Non mancano le ispirazioni dalle automobili Maserati come i fori sul telaio della Birdcage Tipo 61 e i tubicini del cupolino in plexiglass, gli scarichi disegnati come i tre "segni iconografici" su i parafanghi anteriori della Quattroporte e le razze a tridente dei cerchi della GranTurismo.
L'architettura del motore non è casuale: il 1000 V6 90 gradi è un omaggio all'Ing. Giulio Alfieri direttore tecnico della Maserati dal 1955 al 1975 e prende ispirazione dal propulsore della SM usato poi anche sulla Merak e per ultimo il 1000 V6 Laverda frutto della sua consulenza nel 1977 per la famosa casa motociclistica.


I dettegli della VCM 322

I dettagli della VCM 322
 
Il 10 novembre 2015 la W Motors www.wmotors.ae presenta in première mondiale al salone internazionale dell'automobile di Dubai il "modello di stile" Fenyr.
STUDIOTORINO ha avuto l'incarico di "advisor" nelle attivitá di modellazione inerenti alla costruzione del solo modello di stile attraverso una collaborazione con Magna Steyr Italia.
Lo straordinario disegno della Supersport Fenyr è stato ideato e realizzato da Ralph Debbas e Anthony Jannarelly.

Rivoli 2015 presso Mercury, il modello di stile Fenyr prima di essere spedito. Da sinistra T. Surace, R. Iraldi, R. Saist,
C. Obbreja, M. Mingozzi, D. Secoli, F. Secoli, T. Novo, C. Carena, A. Stola, G. Doglioli, M. Storey, C. Mantovani, F. Stola.

Dubai 10 novembre 2015, Ralph Debbas e Saari El-Khalil della W Motors al Dubai Motor Show
alla premiere mondiale del modello di stile Fenyr Supersport.

Il 1° marzo 2016 in occasione del 86° Salone internazionale di Ginevra presso lo stand MAGNA é esposta per la prima volta in Europa la LYKAN di W Motors con la livrea rossa del film Fast and Furius 7.
Protagonista del successo cinematografico del 2015 prodotto dalla Universal,  la MAGNA  ITALIA   ha realizzato alcune "Stunt  Cars" nel 2013, perlopiù  poi andate distrutte nelle spericolate scene.
STUDIOTORINO é stato advisor nelle attività di ripristino e messa a punto del prototipo per MAGNA STEYR Italia.

Likan
Rivoli, febbraio 2016 presso Mercury. La Lykan prima della partenza per Ginevra. Da sinistra: E.Rizzardi, S.Suraci, R.Sais, G.Comollo, M.Mingozzi, F.Secoli, D.Secoli, C.Carena, T.Novo, A.Stola, C.Stola, M.P. Stola, R.Gatto

Il compianto Paul Walker ha comunque  realizzato presso gli "studios" di Atlanta insieme a Vin Diesel e Jason Statham tutte le scene con la Lykan ad eccezione dei salti fra i tre grattacieli ambientati ad Abu Dhabi sostituito dal fratello. Per la sua prematura scomparsa il film é poi stato ritardato di un anno.
Vin Diesel interprete del personaggio Dominic Toretto  nel dietro le quinte ha  testualmente detto: "questa é la prima volta che Dom si trova alla guida di una macchina del genere".
Paul Walker nella prima scena con la Lykan recita: " ne esistino solo 7 esemplari al mondo é questo tizio la tiene chiusa in una camera blindata".

Likan
Ginevra 2016, Tiziano Novo CEO di Magna Steyr Italia con la Lykan in livrea rossa del film
Fast and Furius 7 sullo stand MAGNA

Riprese cinematogafiche del Back Stage della Lykan nel film Fast and Furius 7.

Arte e automobili spesso si sono incontrate nei più importanti musei del mondo a partire dagli anni '70. Artisti come Alexander Calder, Roy Lichtenstein e Andy Warhol hanno anche espresso la loro creatività su delle carrozzerie BMW.
Alfredo e Maria e Paola Stola volendo raccontare la loro  "passione"  per il marchio Porsche hanno chiesto a titolo "personale" all'artista Ugo Nespolo  di raffigurare i prototipi da loro realizzati fra il 2001 e il 2014 in un'opera artistica unica.
Intitolata  "Nate a Torino" l'opera é stata presentata presso lo studio del Maestro il 22 marzo 2016;   attualmente esposta al "MAUTO" di Torino.


Torino 22 03 2016 Ugo Nespolo presso il suo studio.
Fra l'8 al 12 giugno 2016 la Moncenisio S.F. 1/1 è ospite presso lo stand di Studiotorino alla seconda edizione del " Salone Auto 2016 Parco del Valentino",
Un omaggio alla nostra città e il desiderio di mostrare ancora una volta il prototipo ad oltre 500.000 concittadini che secondo le stime anno visitato il parco.

La Moncenisio S.F. 1/1 alla seconda edizione del "Salone dell'Auto Parco del Valentino"
In questa kermesse motoristica siamo particolarmente orgogliosi dell'invito di CARS and COFFEE Italia che ha voluto i nostri ormai "classici" prototipi Ruf Rk Spyder e RK Coupè al loro evento all'interno del Salone dell'Automobile nelle giornate dell'8 e il 9 giugno.
La cornice espositiva da loro scelta è il Castello del Valentino sede della prestigiosa facoltà di architettura di Torino.

Manifesto ufficiale
Salone dell'Auto Parco del Valentino

I prototipi di Studiotorino Ruf RKSpyder e Coupé al castello del
Valentino di Torino in occasione del raduno Cars and Coffee

11 giugno. Gabriele Morosini Presidente di
Cars and Coffee Italia e Alfredo Stola.

Il 3 luglio 2016 a Pechino nella sala convegni del Beijing Hotel ad una selezionata platea di persone del mondo dell'imprenditoria cinese é stato presentato il modello di stile denominato  SEVEN  appartenente  al nuovo marchio automobilistico ICONIQ.


Rivoli 20 giugno 2016  presso Mercury il modello Seven.  Da sinistra R.Iraldi, E.Rizzardi, G.Aiola, F.Secoli,
G.Boccafogli, D.Secoli, G.Comollo, T.Novo, Alan Wu, A.Stola, Karim Banna.

ICONIQ e il suo primo modello Seven, é una iniziativa di Mr Alan Wu e Mr Sam Fu il cui obiettivo è creare un  esclusivo MPV di lusso a trazione elettrica.
Con il completo supporto ingegneristico di Magna e il design di W Motors, Studiotorino  é stato "advisor tecnico" per MAGNA STEYR Italia per i soli lavori inerenti al modello di stile di esterni.


Pechino 3 luglio 2016, il modello di stile Seven alla
premiere presso l'Hotel Beijing.

Da sinistra: Hassine Sioud, Bruno Lambert, Tiziano Novo, Ralph Debbas, Alan Wu, Sam Fu, Alfredo Stola, Exequiel Disalvo, William Wu.

"NUOVA SMART ROADSTER"

Il 4 luglio 2016 Nicola La Torre ha  esposto la sua tesi di laurea alla commissione dell'universitá IAAD di Torino; Relatrice Esterna é stata Maria Paola Stola in rappresentanza di Studiotorino.
L'ipotesi "NUOVA SMART ROADSTER" é il titolo di questa interessante tesi.


Torino 4 luglio 2015. La commissione di laurea presso l'università IAAD riunita: M. P. Stola, L. Milani, M.Vendrame,
G. Concilio

La direttrice IAAD Laura Milani e la relatrice esterna Maria Paola Stola ascoltano l'esposizione di Nicola La Torre.

La Torre è stato influenzato da uno dei classici stilemi di Studiotorino e cosi ha reinterpretato con particolare personalità il baule e i suoi due montanti posteriori.
Un importante momento di questa tesi é l'esclusiva intervista a Michael Mauer organizzata da Maria Paola Stola in considerazione del fatto che é stato il Direttore del Centro Stile Smart dal 1998 al 2000.

Ricomincia
Ottobre 2016 Disegno sviluppato nel periodo "Post Tesi" insieme al tutor Gaglione.
I'8 luglio 2016 Giuseppe Iuliano ha esposto alla commissione IAAD a Torino la tesi di laurea "ALFA ROMEO DUETTO ANALISI DEL MITO E IPOTESI CONTEMPORANEA". Un tema molto caro a Studiotorino tra le massime espressioni dello storia dello stile italiano. Aldo Brovarone e Alfredo Stola sono stati i relatori esterni.

Marzo 2016: Iuliano a casa di Aldo Brovarone che nel
1956 con i prototipi Pininfarina Super Flow
creava il futuro DNA della Duetto.

Maggio 2016 presso il Centro Stile JAC Italia: A.Stola, G.Iuliano, D.Gaglione e G. Concilio.
Nell'anno del 50° anniversario della presentazine della Duetto la tesi ha voluto analizzare in un immaginario parallelo come sarebbe oggi questa spider se nel 1993 non fosse mai andata fuori produzione. Si è voluto in modo inconvenzionale studiare le evoluzioni tecniche stilistiche della Porsche 911 e della Mazda Mx-5 per individuarne i cambiamenti dal 1994 ad oggi. Iuliano ha avuto come tutor gli architetti Daniele Gaglione e Giancarlo Concilio rispettivamente per gli esterni e per gli interni.

8 luglio 2016: Giuseppe Iuliano espone la Tesi alla Commisione d'Esame IAAD a Torino

Iuliano con la Commisione d'Esame: A.Stola, A. Brovarone, L.Milani, M.Vendrame, M.Di Marco.
L'architetto Daniele Gaglione (Centro Stile Alfa Romeo Arese 2001-2010) tutor nello sviluppo della tesi, ha dedicato con passione e generositá un po' del suo tempo in un programma "Post Tesi" a distanza insieme a Giuseppe Iuliano. Affinare, completare e rendere più definitivo il disegno é stato l'obiettivo insieme al ricercare il più possibile il DNA Alfa Romeo.

Agosto 2016 L'Architetto Daniele Gaglione e
Giuseppe Iuliano al primo incontro "Post Tesi".

Maggio 2003 Villa D'Este: Daniele Gaglione designer dell'esteno della Alfa Romeo 8C Competizione.
Il 19 aprile 2017 in Cina con l"occasione "di Auto Shanghai 2017", ICONIQ presenta i due prototopi marcianti model SEVEN nelle versioni Vip e Premium.
Iniziativa fortemente voluta da Mr Alan Wu e Mr Sam Fu ha l'obiettivo di creare un esclusivo van di lusso a trazione elettrica per il mercati cinese e del middle east.

Rivoli 10 aprile 2017 presso Mercury. F.Secoli, R.Saist, T.Novo, A.Stola, D.Secol, B.Comollo, M. Meloni, A.Benvenuti, C.Mantovani, G.Novo, R.Gatto, R.Iraldi, B.Aiola, N.Candido, G.Boccafoglio, C.Carena, Domenico, R.Brilli, P.Germano , L.Curbis. M.Storey, M.Gargano. Mirko Paolo , Habib, S.Speek, T.Ivan. Emes, M.Stok, Martino, J.Beldman ,C.Nardelli.
Lo stile delle Seven é stato sviluppato nel centro stile di W Motors di Dubai per meglio interpretare i gusti e le esigenze dei futuri clienti; il design é stato realizzato da Ralph Debbas insieme al suo assistente Exequiel Disalvo.
Con il completo supporto "ingegneristico - sviluppo" di MAGNA STEYR Italia diretta da Tiziano Novo e il supporto di MERCURY, STUDIOTORINO é stato "advisor tecnico" della societá austro canadese per i lavori inerenti alla realizzazione dei due prototipi.

Model Seven, in versione Vip presso lo stand Iconiq all'Auto Shanghai 2017

Model Seven in versione Premium presso lo stand Iconiq all'Auto Shanghai 2017
 

Dal 7 all'11 giugno 2017 in occasione della terza edizione del Salone dell'Auto di Torino, la Moncenisio in versione Cart Art è ospite nello stand "NESPOLO per Alfredo Stola".
TORINO - ZUFFENHSUSEN é il titolo dell'opera che racconta il legame fra la Porsche e i costruttori/ designer/ carrozzieri torinesi dal 1947 ad oggi.
Tutto é incominciato settant'anni fa con un contratto di sviluppo tecnico fra Cisitalia e lo "Studio Porsche" e il seguente  primo viaggio di Ferry Porsche a Torino per visionare la  monoposto da Grand Prix tipo 360.

La Moncenisio in versione Car Art di Nespolo é quindi un omaggio alle "33 AUTOMOBILI RARE E SPECIALI" tutte disegnate e costruite nel torinese e agli  uomini  che ci hanno lavorato in Cisitalia, Abarth, Bertone, Italdesign, Stola e Studiotorino.

La sindaca Chiara Appendino visita lo stand:
la famiglia Stola, C. Appendino, A. Levi.
 

Il ministro trasporti Delrio, il presidente della regione Chiamparino e Andrea Levi visitano lo stand.
Alfredo e Maria Paola Stola con gli amici stilisti Gerry McGovern, Klaus Busse, Daniele Gaglione,
Vladimir Lasbugues, Fabio Filippini e Giancarlo Concilio.
Il 29 novembre 2017 a Dubai, Ralph Debbas Ceo W Motors presenta in premier mondiale il prototipo FENYR SUPERSPORT.
L’occasione é l’inaugurazione della nuova sede di rappresentanza e lo show room in partnership con ICONIQ MOTORS per gli Emirati Arabi Uniti.


Rivoli 23 novembre 2017 presso lo stabilimento Mercury tre giorni prima della consegna.
Da sinsistra Massimiliano Mingozzi, Roberto Sais, Pier Giuseppe Germano, Luca Corbelli, Silvano Grosso, Walter Isabello, Valentino Varnacea, Dilve Mingozzi, Giuseppe Aiola, Hermes Rizzardi, Ing Beppe Comollo, Carlo Mantovani, Davide e Flavio Secoli, Tiziano Novo, Alfredo Stola, Gianfranco Bernello, Mario Caldarola, Luca Curbis, Maurizio Damiano, Stefano Vair.

Una cerimonia a cui hanno partecipato importanti personalitá politiche e imprenditoriali della penisola araba e della Cina.

Dubai 29 novenbre 2017 Ralph Debbas e Alan Wu
al taglio del nastro del nuovo Show Room.

Alan Wu ( Iconiq ), Tiziano Novo ( Magna Steyr )
e Ralph Debbas ( W Motors ).

Alan Wu and Ralph Debbas scoprono
la Fenyr Supersport.

Gli invitati all’evento nella nuova sede
W Motors - Iconiq Show Room.
Il prototipo è derivato dal modello di stile presentato nel 2015 al Salone di Dubai, dopo due anni di affinamento stilistico sempre a cura di W Motors, e del relativo sviluppo tecnico di Magna Italia.
Questo “Proto 0” è finalizzato a una produzione su richiesta che sarà realizzata interamente a mano e personalizzabile secondo i gusti del cliente.
STUDIOTORINO è stato advisor tecnico per il Team Magna Steyr Italia nelle attività di modellazione, prototipazione e di supporto all’ingegneria.

Dubai dicembre 2017. La Fenyr Supersport fotografata all'areoporto di Dubai.
Parallelamente alla presentazione della Fenyr a Dubai, nello stesso evento in premiere mondiale viene mostrato il modello in scala della Iconiq L5.
Disegnato da W Motors la L5 è una visione del futuro della mobilitá autonoma nel segmento lusso.
L’obiettivo di Iconiq è la realizzazione di un modello porte apribili in scala 1:1 di grande dettaglio da presentarsi all’inizio del 2019 sempre a Dubai in preparazione di Expo 2020.
STUDIOTORINO é stato advisor Magna Steyr Italia per le attività di costruzione del modello.

Rivoli settembre- novembre 2017. Presso lo stabilimento Mercury le fasi di costruzione della Iconiq L5.
Da sinistra Hermes Rizzardi, Flavio Secoli e Luca Curbis.

Dubai 29 novembre 2017 Ralph Debbas e Aln Wu presentano in premiere mondiale insieme
alla Fenyr Supersport il futuristico modello in scala Iconiq L5.

Il 12 dicembre 2017 a Torino, Aitor Aguilar ha esposto la sua tesi di laurea alla commissione IAAD; relatrice esterna per STUDIOTORINO é stata Maria Paola Stola.


“E 914 TAYRONA”

“E 914 TAYRONA” è il titolo della tesi; la scelta  condivisa con lo studente è stata proposta da STUDIOTORINO orientandola nel concetto di Porsche 914 in versione elettrica.


La commissione IAAD: M.P. Stola, L. Milani,
P. Nume, M. Inoue.

Aitor Aguilar espone le tesi alla commissione IAAD.

Aitor Aguilar e Maria Paola Stola.

Aitor Aguilar, racconta una reinterpretazione contemporanea di una 914 in chiave attuale per una produzione immaginando la prima Porsche sportiva di serie 100% a propulsione elettrica.
Due porte, due posti, con un particolare sguardo al tempo libero e all’avventura per una clientela moderna e dinamica. Colori, grafiche e lo stesso nome Tayrona sono suggestioni della Colombia paese d’origine del laureando.


Villarbasse novembre 2017: Aitor Aguilar,
Maria Paola Stola e Wladimir Lasbugues.

Wladimir Lasbugues (dal 2013 Centro Stile JAC) é stato di supporto alla tesi E 914 Tayrona. In particolare per la sua passione per il marchio Porsche insieme a Maria Paola Stola ha contribuito a trasmettere il più possibile lo storico DNA della 914.

 



Ginevra 6 marzo 2018, il momento della
presentazione ufficiale.

Il 6 marzo 2018 a Ginevra in occasione dell’ottantottesimo Salone dell’Automobile, Ralph Debbas presenta ufficialmente dallo stand W MOTORS per la prima volta al pubblico europeo la FENYR SUPERSPORT. Presenti all' evento i partner tecnici Kevin Dallas di MICROSOFT, Philippe Jarre di AKKA, Alfredo Stola di STUDIOTORINO e Tiziano Novo di MAGNA STEYR Italia.

Ginevra 6 marzo 2018, Alfredo Stola e Tiziano Novo General Manager di Magna Steyr Italia con il prototipo Fenyr.
Nella stesso evento Alan Wu presenta alla stampa e al pubblico il modello in scala Iconiq L5 con la promessa di realizzare per l’inizio del 2019 un modello porte apribili.
Presenti i partner tecnici Tiziano Novo di Magna Steyr Italia, Kevin Dallas di Microsoft, Philippe Jarre di Akka, e Alfredo Stola di Studiotorino.

Ginevra 6 marzo 2018 presso lo stand W Motors - Iconiq in premiere europea il modello in scala Iconiq L5.

6 giugno 2018 taglio del nastro dell’Area Prototipi.  
Maria Paola Stola la sindaca di Torino Chiara Appendino, Andrea Levi, Piero Mancardi,
Aldo Brovarone e Alfredo Stola.
Dal 6 al 10 giugno 2018, STUDIOTORINO ha partecipato al 4° Salone di Torino - Parco Valentino. La Moncenisio è stata esposta nell’area Prototipi con altre 20 vetture speciali, le Ruf RK Coupé e Spyder hanno sfilato alla Parata dei Presidenti nella serata d’inaugurazione e all’evento 70° Porsche Gran Premio del Valentino.
Le classiche di Studiotorino sono motivo di orgoglio per l’azienda, Andrea Levi patron dell'evento, e Alessandro Simoni, di Porsche Piemonte, le hanno volute presenti alle manifestazioni.

Torino 6 giugno 2018 Piazza Castello.
La STUDIOTORINO Moncenisio guidata da Maria Paola Stola insieme a Marco Foglizzo alla parata dei Presidenti.

Torino 6 giugno 2018 Castello del Valentino.
Francesco e Alfredo Stola con la Ruf RK Coupè alla partenza della parata dei Presidenti.

Torino 7 giugno 2018 Via Roma.
Alfredo e Maria Paola Stola alla parata
70° Porsche Gran Premio del Valentino.
La 500 Diabolika, speciale allestimento di STUDIOTORINO del 2008, ha partecipato al “457 Stupinigi Parade Experience”.
Evento organizzato da Omar Ruzza per celebrare il 71° compleanno della Nuova 500.
Una rara selezione di 25 esemplari ha sfilato attraverso un suggestivo percorso stradale con partenza dal Castello di Stupinigi e con arrivo in Piazza Bodoni attraveso il Castello del Valentino, i Murazzi sul Po’ e Piazza Vittorio Veneto.

10 giugno Castello di Stupinigi.
La 500 Diabolika insieme alle due 500 Zanzara
di Spada ed a una 500 attuale di produzione.

10 giugno 2018 Reggia della Venaria.
La famiglia Stola riceve dalla Paul Picot un premio per la dedizione verso le auto storiche.
Da sinistra Carlo, Francesco, Stephanie, Maria Paola, Alfredo Stola, Andrea Levi,
Gabriele Morosini, Roberto Falcone e Enrico Di Luca.

CONNECTED CIRCADIAN CAR 2025
Il 10 giugno 2018 Stefano Busto ha esposto la sua tesi di laurea alla commissione dell'università IAAD di Torino; relatrice esterna è stata Maria Paola Stola in rappresentanza di STUDIOTORINO. Il titolo della tesi è "CCC"- CONNECTED CIRCADIAN CAR 2025.

La commissione IAAD: M.P. Stola, Laura Milani,
Pietro Nume e Matteo Doro.

Stefano Busto espone le tesi alla commissione IAAD.
Disegni manuali di ricerca di stile prima della redazione delle matematiche.
Stefano Busto ha sviluppato per Studiotorino il progetto di un veicolo di medie dimensioni con marchio Volkswagen per spostamenti quotidiani e percorsi predefiniti provvisto di un’interfaccia uomo-macchina che ne facilita la guida ottimizzando le esperienze del driver.
Dall’esperienza derivante dalla Formula E, com’è avvenuto quest’anno al primo Gran Premio di Roma il 14 Aprile 2018, l’auto-robot, che ha aperto la corsa, ha incrementato la sua intelligenza artificiale imparando dal pilota per poi sfidarlo sul circuito. Così la Circadian Connected Car dove mancano le infrastrutture si crea dei punti di riferimento apprendendoli dal quotidiano quasi come nel ciclo biologico della natura.
Alcuni stilemi colorati, come gli pneumatici o altro, servono a riconoscere le auto a guida autonoma come richiedono i primi emendamenti in materia emessi dallo stato della California.
Primi studi di ricerca per gli interni.

L'Alfa Romeo Giulia TZ è prima di categoria (1600cc) alla
32° della 24ore di Le Mans con il pilota Bruno Deserti.
Il 12 giugno 2018 a Moncalieri, presso lo studio Spadaconcept, per STUDIOTORINO è una mattina da ricordare.
Ercole Spada dona un acquarello di grande pregio dipinto a mano con una dedica appositamente realizzata per Alfredo Stola.
Alla consegna dell'opera è presente il figlio Paolo con il suo team di designers.
Sono rappresentate le Alfa Romeo TZ2 e la Giulia TZ alla 24ore di Le Mans del 1964.

12 giugno 2018 Moncalieri. Ercole Spada e Alfredo Stola presso lo studio Spadaconcept.
Il 26 agosto 2018 la Fenyr ha partecipato in occasione della "Monterey Motor Week" al concorso di Pebble Beach nell'area dedicata ai prototipi di stile e ai concept.
Alfredo e Maria Paola Stola hanno visitato questa manifestazione per il piacere di rivedere la Fenyr sul prato del più importante concorso d'eleganza del mondo e rincontrare Ralph Debbas.

Monterey 25 agosto 2018. Tutti gli amici di Ruf il giorno prima di raggiungere The Quail Lodge.
Alfredo e Maria Paola Stola sono stati ospiti della famiglia Ruf all'evento.

26 agosto 2018 Al concorso di eleganza di Pebble Beach Ralph Debbas, Maria Paola Stola con la Fenyr.
Monterey 26 agosto 2018. Il concorso di Pebble Beach è sempre occasione d'incontri.
Alfredo Stola e Gorden Wagener insieme con la Mercedes-Benz EQ Silver Arrow.
Steffen Kohl, Klaus Busse, Maria Paola e Alfredo Stola.
Il 13 febbraio 2019 alle ore 18:00, Iconiq presso il proprio show room di Dubai,  presenta in forma strettamente riservata il modello porte apribili  “Muse”.
L’occasione con una particolare cerimonia, è la firma di un documento d’intesa fra la W Motors e l’Ufficio Privato dello Sceicco Saeed Bin Ahamed Al Maktoum.
L’importante documento è siglato dai due CEO  Ralph Debbas e Hisham Al Gurg rispettivamemte per W Motors e per l’Ufficio Privato dello Sceicco.

Rivoli settembre 2018 Alfredo Stola insieme ad Alan Wu CEO Iconiq all'interno del modello Muse, presso la modelleria Mercury.

Rivoli 18 dicembre 2018 presso la modelleria Mercury la Iconiq L5 Muse.
Da sinistra P. Germano, M. Caldarola, W. Isabello, L. Corbelli, L. Curbis, G. Comollo, E. Lombardi, D. Ruffa, R. Vasile,
S. Grasso, B. Aiola, S. Vair, D. Mingozzi, E. Rizzardi, Sokol, C. Damiano, M. Mingozzi, C. Carena, G. Novo, Davide e Flavio Secoli, C. Mantovani, V. Vasile, R. Gatto, T. Novo, A. Stola e Vincenzo Paparo.
Per Iconiq, Magna Steyr Italia ha realizzato lo sviluppo tecnico di questo modello porte apribili e STUDIOTORINO è stato suo advisor; il design è di W Motors.

13 Febbraio 2019 Dubai.
Bernd Pichler sta per scoprire l'Iconiq Muse.
L’obiettivo d’intesa è di realizzare il prototipo marciante a guida autonoma in occasione di Expo Dubai 2020.
Presenti all'evento organizzato da Ralph Debbas, Alan Wu Presidente di Iconiq, importanti esponenti della politica e dell’imprenditoria Emiratina, e i partner tecnici Tiziano Novo di Magna Steyr Italia, Alfredo Stola di STUDIOTORINO e Ferreol Marande di Akka.  
La Muse è derivata dal modello già svelato   il 29 novembre 2017 sempre a Dubai con la sigla di progetto L5.Il design della Muse è opera del Centro Stile di W Motors, e rappresenta le personali visioni di Alan Wu e Ralph Debbas sul futuro delle mobilità a guida autonoma nel segmento automobili di lusso.
La presentazioneèda Iconiq programmata il 16 aprile prossimo in occasione del Salone dell'Automobile di Shanghai.
Dubai 13 febbraio ore 18:30 gli invitati dell'evento privato organizzato da W Motor-Iconiq per la prima volta ammirano la Muse.

Debbas e Novo conversano con Ali e Y

Alfredo e Maria Paola Stola, Alan W, Karim Banna
e Tiziano Novo .

Alan W, Alfredo Stola e Karim Banna.

Joelle Habib, Y, Catherine Debbas e Maria Paola Stola.

H. Darwish e Tiziano Novo.

Maria Paola Stola e Alfredo Stola.

Dubai 13 Febbraio 2019. In prima fila Alfredo Stola, Ralph Debbas e Ishak Belhout. In seconda fila Jeremy

Nella mattina della stessa giornata, in preparazione dell’evento ufficiale, il Team  si è riunito nella show room.
Ammirare in anteprima  il prototipo e verificare gli ultimi dettagli prima della presentazione agli uomini dell’ Ufficio Privato dello Sceicco è stato l’obiettivo.


Dubai 13 Febbraio 2019 ore 10:00.
Alfredo Stola e Tiziano Novo posano per una foto ricordo con alle loro spalle il modello Iconiq Muse.
Alfredo Stola, Tiziano Novo, Alan W e Ralph Debbas per la prima volta seduti insieme all'interno della Iconiq Muse.

Dubai 13 Febbraio 2019. I Team Iconiq, W Motor, Magna Styer Italia, Akka e Studiotorino.
Da sinistra Ijaz, Jérémy Sachot, Nael Alieh, Gareth Davies, Younes, Maria Paola e Alfredo Stola, Tiziano Novo, Benoit Fraylon, Ferreol Marande, Ralph Debbas, Alan W, Karim Banna, Franck Euvrard, X, Y, Martin Hermida, Bernd Pichler, Z, Catherine Debbas.

Dubai 2019. Le sette foto ufficiali della Iconiq Muse di frante alla Head Quarter della W Motors.
W Motors ha realizzato il design della Muse.
Gli interni della Muse sono funzionanti. Il sedile anteriore ruota di 180° e gli schermi della plancia anteriore e del video dietro il sedile anteriore sono interattivi e a comando vocale. Tutta l'illuminazione è a led con colorazione variabile.
Il 16 aprile 2019 al salone dell’automobile di Shanghai, sullo stand “Iconiq - W Motors” vengono presentate ai giornalisti e al pubblico tre novità.
La seconda generazione dei due Show Cars Iconiq Seven  nelle versioni Vip e Premium, e il concept Iconiq Muse già mostrato a Dubai il 13 febbraio 2019 ad un evento “strettamente privato”.
Le due Seven in entrambe  le versioni rappresentano  l’evoluzione “quasi” definitiva rispetto le precedenti presentate due anni prima alla stesso salone cinese, la cui produzione a trazione elettrica è prevista nell’ultima parte del 2021.

Rivoli 4 aprile 2019: Varnacea, Curbis, Secoli, Prandi, Stola e Comollo in un meeting pre-delibera

Alfredo Stola posa pochi minuti prima della foto ufficiale

Corbelli, Stola, Secoli, Curbis, Novo e Debbas

Carlo Mantovani, Alfredo Stola e Tiziano Novo

Rivoli 4 aprile 2019 Presso la modelleria Mercury Alfredo Stola immortala il momento della delibera prototipi
alla consegna da parte del P.M. Iconiq Jack Yuan direttamente a Tiziano Novo General Manager di Magna Stayer Italia.
Per Iconiq, Magna Steyr Italia ha realizzato lo sviluppo tecnico di questi due prototipi e STUDIOTORINO è stato suo advisor; il design è di W Motors.

Rivoli 4 aprile 2019 presso la modelleria Mercury la Iconiq Seven in versione Vip.
Da sinistra: B. Comollo, X(il tedesco), L. Curbis, P. Germano, Y, D. Ruffa, V. Vernacea, R. Gatto, H. Rizzardi, L. Carbelli,
S. Vaiz, Sokol, W. Isabello, S. Grosso, R. Vernacea, Susy, Z, Jack Yuan, Finlandes A, Filndese B, M. Mingozzi, D. Mingozzi,
R. Debbas, M. Barge, M. Hermida, T. Novo, Andrea, D. Secoli, F. Secoli, C. Mantovani, A. Stola e S. Prandi.

Rivoli 4 aprile 2019 presso la modelleria Mercury la Iconiq Seven in versione Premium.
Da sinistra: L. Corbelli, B. Comollo, P. Germano, L. Cuebis, R. Gatto, D. Ruffa, V. Vernacea, Sokol, S. Grosso, X, Y,
D. Mingozzi, S. Vaiz, W. Isabello, H. Rizzardi, R. Vernacea, Finlandese A, Filandese B, M. Mingozzi, Jack Yuan,
M. Hermida, R. Debbas, T. Novo, D. Secoli, F. Secoli, C. Mantovani, A Stola, S. Prandi.

Shanghai 16 aprile 2019 Aln Wu presidente di Iconiq sta per svelare ai giornalisti i tre prototipi Iconiq.
Shanghai 16 aprile 2019 Le Iconiq Seven in versione Premium e Vip.
Shanghai 16 aprile 2019. Gli interni dell'Iconiq Seven in versione Vip.

Shanghai 16 aprile 2019 L'Iconiq Muse.
A cornice di questa premiere, presenti nello stand l’originale W Motors Lykan protagonista del film Fast & Furious 7 in un’inedita livrea bianca, e una  W Motors Fenyr Hypersport.
Studiotorino, per Magna Steyr Italia, è stata consulente tecnico e di management per questi tre progetti Iconiq nelle sole attività di costruzione modelli e prototipi.

Shanghai Ralph Debbas, Alfredo Stola, Tiziano Novo e Aln Wu

Shanghai W Motors Team: Ishak, Fraylon, Jeremy, Debbas, Disalvo, Novo, Stola (Magna Italia e Studiotorino)

Shanghai 16 aprile 2019. Alfredo Stola e Tiziano Novo posano per una foto ricordo davanti al modello Muse.
Il 16 maggio 2019 STUDIOTORINO è ospite alla terza edizione del “World Intelligence Congress” (WIC) di Tianjin il cui tema è “Looking forward: New Era of Intelligence and New Opportunities”. La partecipazione è all’interno di un dibattito sulla visione futura della mobilità autoveicolistica e l’interconnesione con il sistema 5G.
La discussione è condotta da Ralph Debbas CEO di W Motors, e i partecipanti sono:

Tianjin 16 maggio 2019 L'ingresso
esterno del centro congressi.
Carsten Breitfeld CEO Iconiq, Michel Wang MD Microsoft, Tiziano Novo GM Magna Steyr Italy, Abbes Fouzi CEO Akka technologies, Ali Omar CEO Safe City Abudabi, Alfredo Stola Presidente di Studiotorino.

WIC Alfredo Stola al microfono, seduti da sinistra Ralph Debbas, Michel Wang, Alfredo Stola,
Abbes Fouzi, Tiziano Novo, Ali Omar e Carsten Breitfeld.

WIC Ralph Debbas, Michel Wang, Alfredo Stola,
Abbes Fouzi, Tiziano Novo.

WIC Tiziano Novo.
A cornice del congresso un’esposizione internazionale dei più recenti prodotti tecnologici di svariati settori come robotica, sistemi elettronici per l’industria areonautica e ferroviaria, sicurezza urbana con il massimo utilizzo del 5G, accumulatori elettrici di ultimissima generazione, e industria automobilistica a trazione elettrica. Per l’occasione Iconiq espone tutti i suoi prodotti, in particolare al centro dello stand il Concept Muse disegnato da W Motors già presentato al Salone dell’Automobile di Shanghai un mese prima.

La cantante Tingting e Bernd Pichler presentano la serata di gala nel palazzo Grat Qing.

Da sinistra i signori Wei, Novo, Wu, Lin e Stola.
La giornata si è conclusa con un indimenticabile evento offerto da Alan Wu, CEO Iconiq, nello storico palazzo Great Qing le cui origini risalgono al 1636. Presenti alla cena di gala il management Iconiq - W Motors, i rappresentanti industriali e politici della città di Tianjin, e i partner tecnici di Microsoft, Akka, Magna Steyr Italia e Studiotorino.

Manifesto rievocativo del Lavoro della Famiglia Stola per l'Automobile svolto dal 1919 al 2019 nei settori modelli, prototipi, cubing e ingegneria. Alfredo Stola con la sua piccolissima squadra fra il 1919 e il 1923 modellano varie versioni della Lancia Lambda, fra il 2018 e il 2019 Studiotorino è advisor tecnico e di management del modello Iconiq Muse per magna Steyr Italia.
Si ringrazia per la realizzazione di questa opera grafica lo studio SPADACONCEPT.

In questo 2019 la presentazione del Concept Iconiq Muse immaginato a trazione elettrica con guida autonoma di livello 5, è un’occasione speciale per la Famiglia Stola  di celebrare i “100 anni di Lavoro per l’Automobile” .
La Lancia Lambda nel 1919 fu il primo "modello dimostrativo" in legno realizzato da Alfredo Stola Senior, oggi nel 2019 ancora un  Alfredo Stola è consulente tecnico e di management nella realizzazione del   "modello" porte apribile Iconiq Muse realizzato in fibra di carbonio.
In tempi diversi questi due "modelli dimostrativi" sono accumunati  dall’innovazione  tecnica nel metodo di costruzione e dalla visione dei loro "Ideatori--Committenti" proiettati nel futuro.


Nel 1919 e nel 2019 ecco le due squadre di lavoratori che hanno realizzato i modelli dimostrativi della Lancia e dell'Iconiq.
Il modello della Lamba fu costruito in corso Racconigi 138, a Torino 100 anni fà, mentre oggi quello della Muse a Rivoli in via Ferrero 21/a.

Il 19 giugno 2019 a Torino, nel conteso del Salone Parco Valentino, Andrea Levi consegna ad Alfredo Stola un premio assegnatogli dal Comitato d’Onore per i 100 anni di lavoro della Famiglia Stola per l’Automobile.
Questo momento unico e irripetibile è l’occasione per la famiglia di riunirsi nello storico castello del Valentino e vivere con intenso piacere la riconoscenza della comunità dell’automobile di Torino.
Torino 19 giugno 2019. Andrea Levi, insieme a Leonardo Fioravanti e a Paolo Pininfarina consegnano a Alfredo e Maria Paola Stola il riconoscimento “ I 100 anni di lavoro della Famiglia Stola per l’automobile”.

Torino 19 giugno 2019. Da sinistra: Carlo Stola,  Francesco Stola,  Maria Stola Aimo,  Alfredo Stola,  Nena  Stola Gollo,  Margherita Stola,  Patrizia Stola Flor,  Claudia Stola,  Maria Paola Stola Ariusso,  Stephanie Stola e Sergio Pininfarina.
Il 30 giugno 2019, in occasione di “Elègance et Automobile à Monte-Carlo, la Lancia Strato’s Zero riceve il premio “Prix Spécial du Jury” dalle mani della Principessa Charlene di Monaco.

Monte Carlo 30 giugno 2019. Phillip Sarofim riceve dalla Principessa Charlene il premio " Prix Spécial du Jury".
Il 27 maggio precedente a Torino sulla pista del Lingotto Alois Ruf presenta il collezionista Phillip Sarofim ai signori Stola prima di un test della Zero in previsione del concorso di eleganza.
Torino 27 maggio 2019. Ad Alfredo Stola viene affidata la Strato's Zero sulla pista del Lingotto da Alois Ruf e Phillip Sarofim.

Torino 27 maggio 2019. Sulla parabolica della pista del Lingotto Alfredo e Maria Paola si stringono la mano
felici per l'inattesa esperienza.
Dopo questa prova dinamica, viene affidato a STUDIOTORINO il progetto di una completa revisione meccanica con l’obiettivo di avere il prototipo nella massima efficienza a disposizione nel Principato il 26 giugno. Il futuro evento prevede un rally di oltre 40 km nelle montagne, e quindi bisogna tenere conto delle ripide salite e dell’intenso traffico cittadino e di quanto questa situazione possa influire sulle temperature del motore.
Ben consapevoli della responsabilità verso uno fra i più iconici Concept Cars della storia dell’automobile nato dal genio di Marcello Gandini per Bertone, STUDIOTORINO affronta con assoluto rigore tecnico e storico questa revisione meccanica decidendo di consegnare la Strato’s nelle mani esperte degli uomini dell’officina “Ferrari Service Torino”.

Torino 29 maggio 2019. Alfredo incontra Aldo Carrabs
titolare di Ferrari Service.

Torino 30 maggio 2019. Una foto ricordo con la Zero.
G. Madonia, A. Stola e A. Carrabs.

Torino 30 maggio 2019. Presso il Ferrari Service Gandolfo Madonia inizia a lavorare sulla Strato's Zero.
Madonia, in precedenza ha lavorato in Fiat nel reparto "Esperienze" e in seguito nel "museo Lancia".

Torino 5 giugno 2019. Gandolfo Madonia inizia la delicata fase di revisione del motore. Quest'uomo conosce alla
perfezione da quarantanni il non facile motore della Lancia Fulvia Coupé.
Torino 10 giugno 2019. Il rigore verso l'originalità del motore del prototipo è un assoluto.
Il motore è il Lancia 1600 HF Testa Gialla 818.540 posizionato in origine nel 1970 con una architettura completamente diversa dalla automobile Fulvia Coupè di produzione del 1965.
27 giorni di attentissimo lavoro eseguito da i meccanici Aldo Carrabs e Gandolfo Madonia con la continua assistenza di Alfredo Stola culminato con una prova protetta nella pista di Lombardore.
 
Lombardore 20 giugno 2019. Gandolfo Madonia e Alfredo Srtola iniziano i test in pista. L'obiettivo principale è la verifica della temperatura dell'acqua. Le condizioni climatiche di quel giorno in pista riportano 28° Celsius.

Lombardore 20 giugno 2019. La Strato's Zero viene sottoposta a due sessioni di test di 30 minuti ciascuno a andatura particolarmente veloce. Alla fine il prototipo verrà lasciato fermo con il motore al minimo per altri 30 minuti.
Lombardore 20 giugno 2019. Il team controlla e discute dei risultati dei test su pista.

Lombardore 20 giugno 2019. Una foto ricordo prima di ritornare al Ferrari Service.
Aldo Carrabs, Alfredo e Maria Paola Stola e Gandolfo Madonia.
 
Tutti gli obiettivi richiesti da Alois Ruf per conto del suo cliente sono stati rispettati, e per Alfredo e Maria Paola per un progetto così iconico, nei riguardi di Mr. Sarofim questa speciale consulenzasarà considerato in un modo particolare vista nel frattempo anche l’amicizia nata.

Monte Carlo 29 giugno 2019. Nella Piazza del Casinò la Strato's Zero sfila nella prova dinamica in fronte alla giuria.
Alla guida Phillip Sarofim insieme ad Alois Ruf.

Monte Carlo 30 giugno 2019. Maria Paola Stola
felice per il premio " Prix Spécial du Jury"
vinto da Phillip Sarofim.
Per Studiotorino le tesi di laurea con gli studenti dell’università Iaad sono ormai un’appuntamento costante e l’occasione dell’anniversario dei 100 anni ne fanno un momento ancora più importante.
I titoli proposti ai due studenti sono particolarmente ambiziosi: “Dino ipotesi contemporanea” e “Una fuoriserie all’italiana su una classica muscle car americana”.
“Dino ipotesi contemporanea” è il titolo proposto da STUDIOTORINO per la tesi di laurea esposta da Cristiano Umana il 5 luglio 2019 all’Università Iaad di Torino.
L’intenzione, ancora più di mostrare un ipotetico stile, è quella di studiare come possano essere nati straordinari progetti da una straziante storia d’amore di un padre per un figlio, destinato a morire giovanissimo per una malattia degenerativa.

Torino 26 marzo 2019, il primo studio di Cristiano Umana per arrivare alla Dino contemporanea.

Maranello 1954, Enzo e Alfredo (Dino) Ferrari
insieme dalla finestra di via Abetone inferiore 4.
Di questa tesi, la cosa che colpisce di piú, è che Enzo Ferrari per il cambiamento tecnologico più importante sulle sue automobili, ossia lo spostamento del gruppo propulsore tradizionalmente anteriore verso la posizione centrale posteriore, scelse il motore 6 cilindri a V.
Un motore studiato dal giovanissimo Alfredo Ferrari  e non a caso marchiato con il suo soprannome “Dino” solo dopo la sua morte.
In casa Ferrari questa straordinaria innovazione di riposizionamento del gruppo motore-cambio, avviene nel 1961 per la prima “Formula 1”, nel 1962 per la prima “Sport Prototipo” , e nel 1968 per la prima “Gran Turismo” di serie.

1961 Ferrari 156 F1

1962 Ferrari 196 SP

1968 Dino 206 GT
Affrontare lo stile di un’automobile di Maranello è presuntuoso, ma trattandosi di una tesi di un giovane studente,  è da cosiderarsi un tentativo coraggioso e meritevole.
Prima di iniziare i lavori si è pensato di portare letteralmente lo studente prima al Salone di Ginevra, e poi a Modena e Maranello per  fargli respirare la magica atmosfera dei luoghi dove è nata la leggenda.
Passeggiata esterna della fabbrica, visita ai due musei, e assaporare il cibo nei ristoranti storici sono state le tappe formative.

Torino 10 marzo 2019, un disegno preparatorio di Cristiano Umana
per imparare a conoscere le sinuose curve della Dino classica.
Alfredo e Maria Paola Stola, relatori esterni, hanno invitato l’amico Wladimir Lasbugues come Tutor per avere il parere di un designer professionista con l’obiettivo di far cogliere a Cristiano Umana ogni minimo dettaglio storico, estetico e tecnico utile alla tesi.
2500 cc, 4 cilindri turbo e un electric power unit sono le caratteristiche che generano il nome di questa gran turismo ibrida “Dino 254 GT-H” la cui potenza totale è di 480 CV, le dimensioni di questa dino sono: lunghezza 4300mm, larghezza 1850mm, altezza 1200mm, passo 2550mm, e aparte l'altezza che è la stessa si può dire che rispetto alla Ferrari 488 è un'auto più piccola di circa il 19%.
In questa tesi è immaginata anche una versione spider con il classicco tettuccio rigido tipo targa, anche in questa occasione il nome è "Dino 254 GTS-H".
Ginevra 5 marzo 2019. Alfredo Stola con lo studente Cristiano Umana al Salone dell'Automobile casualmente
incontrano il Direttore del Centro Stile Ferrari, l'Architetto Flavio Manzoni.

Modena 23 marzo 2019, di fronte alla casa della Famiglia Ferrari una foto ricordo
di Alfredo Stola, Cristiano Umana e Wladimir Lasbugues.
Modena, 23 marzo 2019. Nel museo Ferrari Wladimir Lasbugues racconta a Cristiano Umana la Dino 246.
Maria Paola Stola, Wladimir Lasbugues e Cristiano Umana in una foto ricordo al centro del museo.

Castelnuovo Rangone 23 03 2019. Da Pasticcino M.P. Stola,
C. Umana, A. Stola, Pasticcino, W. Lasbugues e C. Stola.

Maranello 24 03 2019. Ristorante Il Cavallino M.P. Stola,
C. Umana,A. Stola, W. Lasbugues e C. Stola.

28 marzo 2019, Alfredo Stola e Cristiano Umana.

Alfredo Stola, Cristiano Umana e Maria Paola Stola

I disegni preparatori per la tesi di laurea "Dino ipotesi contemporanea"
I disegni preparatori per la tesi di laurea "Dino ipotesi contemporanea"
Torino 5 luglio 2019. Cristiano Umana espone la tesi "Dino ipotesi contemporanea"

Torino 5 luglio 2019. Presso l'università IAAD la commisione composta da Alfredo Stola, Maria Paola Stola,
Laura Milani, Pietro Nume e Alessandro Camorali.
Qualche giorno dopo l’esposizione della tesi, ci si è ritrovati a Villarbasse per impostare uno studio “Post Tesi”.
In questo modo il Tutor Wladimir Lasbugues ha potuto trasmettere a Umana tutte le migliorie in termini di affinamento linee e colorazione.
Cristiano Umana, senza più la pressione degli esami, ha potuto completare il disegno e quindi simulare in un certo senso un vero ambiente di lavoro e un responsabile a cui riportare un risultato.

Villarbasse 24 luglio 2019. Circa tre settimane dopo l'esposizione della tesi, Maria Paola ospita il
designer Wladimir Lasbugues che in veste di Tutor esamina e corregge i disegni di Cristiano Umana.
L'obiettivo è affrontare insieme un periodo "Post Tesi" per ottenere un risultato più professionale possibile.

14 agosto 2019. Questo disegno è il risultato del lavoro "Post Tesi" di Cristiano Umana sotto
la supervisione del suo Tutor Wladimir Lasbugues.

Settembre 2019 nel lavoro di post tesi si è immaginata la versione spider con il classico tettuccio rigido tipo targa.

Settembre 2019 nel lavoro di post tesi si è immaginata la versione spider con il classico tettuccio rigido tipo targa.
“Una fuoriserie all’italiana su una classica muscle car americana“ è il titolo proposto da STUDIOTORINO per la tesi di laurea dello studente Luca Barattolo esposta il 5 luglio all’Università Iaad di Torino.

Torino 5 luglio 2019 “Una fuoriserie all’italiana su una classica muscle car americana”,
ecco il disegno presentato da Luca Barattolo alla Tesi di Laure presso lo IAAD.
Alfredo e Maria Paola Stola relatori esterni, hanno chiesto la presenza dell’amico designer Emanuele Bomboi come tutor con l’obiettivo di far cogliere allo studente ogni minimo dettaglio storico, estetico e tecnico del mondo “muscle cars”.
Da subito ispirati alla “Ford Mustang I Concept” del 1962, si vuole con questa tesi riproporre l’architettura con il motore centrale 4 cilindri come fecero i progettisti e designers della Ford oltre mezzo secolo fa.
La Torino del 2019 ipotizza un motore Ford 4 cilindri 2000 cc, supercharged V4 che sviluppa una potenza di 370hp. Esso è abbinato ad un motore elettrico dual front con una potenza di 200 hp per un totale di 570 hp.
Quindi una soluzione completamente opposta rispetto alle Mustang di serie prodotte sino ad oggi sempre con il motore anteriore.
Il nome di questa Mustang è Torino e le particolari grafiche giallo blu rappresentano i colori della città dove è nata questa tesi.

Detroit 1962. La foto ufficiale Ford Mustang I, a sinistra il Vice Presidente Ford Herb Misch e il direttore del design Gene Bordinat. Motore centrale, 1500 cc,, V4 109 cv sono le caratteristiche tecniche del propulsore.

29 marzo 2019 Luca Barattolo e Maria Paola Stola.

Maggio 2019. Emanuele Bomboi, L.Barattolo e M.P. Stola

Lo schema tecnico ibrido della Mustang Torino.

I primi bozzetti di Luca Barattolo.

I primi figurini di Luca Barattolo.

Ricerca grafica ispirata ai colori della città di Torino.
Torino 5 luglio 2019. Luca Barattolo espone la tesi “Una fuoriserie all’italiana su una classica muscle car americana”

Torino 5 luglio. La commisioni di laurea Maria Paola Stola, Laura Milani, Pietro Nume e Masato Inoue.
Qualche giorno dopo l’esposizione della tesi, ci si è ritrovati a Villarbasse per impostare uno studio “Post Tesi”.
In questo modo il Tutor Emanuele Bomboi con grande energia ha potuto trasmettere a Luca Barattolo tutte le migliorie in termini di affinamento linee e colorazione.
Luca Barattolo, senza più la pressione degli esami, ha potuto completare il disegno e quindi simulare in un certo senso un vero ambiente di lavoro e un responsabile a cui riportare un risultato.

Villarbasse 24 luglio 2019. Circa tre settimane dopo l'esposizione della tesi, Maria Paola
ospita il designer Emanuele Bomboi che in veste di Tutor esamina e corregge i disegni di Luca Barattolo.
L'obiettivo è affrontare insieme un periodo "Post Tesi" per ottenere un risultato più professionale possibile.

14 agosto 2019. Questo disegno è il risultato del lavoro "Post Tesi" di Luca Barattolo
insieme al suo Tutor Emanuele Bomboi.