10 GENNAIO 2002

Giuseppe Stola 1922 - 2002Giuseppe Stola 1922 - 2002Il 10 gennaio 2002 dopo una malattia  si spegne Giuseppe Stola.
50 anni di lavoro di cui  gli ultimi 28  in prima linea nella fonderia SEV.
Chi lo ha  conosciuto ricorda in Lui uno straordinario e instancabile impegno per il suo pericoloso e usurante  lavoro.
Sempre attentissimo alla sua Famiglia ha condiviso fino all’ultimo con sua moglie Nena e i suoi due figli Margherita e Massimo la passione per la vela, e i viaggi per il mondo, in particolare  dal 1992 anno in cui è iniziata la sua meritata pensione.

 

INIZIO 2002

01Maserati MC12 in produzione dal 2004Nei primi giorni del 2002 un prestigiosissimo lavoro viene proposto direttamente dal direttore dello stile di Ferrari s.p.a. Frank Stephenson.
La richiesta è lo sviluppo di modello e ingegneria dei "soli interni" ad esclusione dei sedili per la futura Maserati MC12 il cui telaio deriva in massima parte dalla Ferrari tipo Enzo.
Il progetto è finalizzato ad una produzione di soli 50 esemplari, e quindi tecnica e investimenti devono essere compatibili con la richiesta del cliente di una così straordinariamente bassa produzione.
Il reparto ingegneria e modelli della STOLA s.p.a. lavorerà in totale simbiosi direttamente con Frank Stephenson che in pratica seguirà da solo i lavori.
Giuseppe Di Nunno è il capo progetto scelto dagli Stola che svilupperà sia progetto che il modello.
Della produzione di questi 50 interni si occuperà direttamente la Maserati.

02Gli interni di produzione della Maserati MC12 nel 2004

 

FEBBRAIO 2002

Nel febbraio del 2002 la STOLA s.p.a. dal centro stile Hyundai-Kia Europa riceve un ordine per realizzare un  concept, con l’obiettivo di consegna per il prossimo salone di Parigi.
Un progetto particolarmente gradito perchè i designer che seguiranno i lavori in Italia sono ex Mercedes e i loro nomi sono Peter Arcadipane e Michael Think.

0102

03Gennaio 2002 i disegni di Peter Arcadipane e Michael Think.

04Peter Arcadipane. 05Michael Think.

Sempre per motivi di carico di lavoro viene organizzata una squadra mista di modellatori  Stola s.p.a.-F&S che opereranno insieme presso lo stabilimento dei Signori Secoli per la costruzione del modello, degli stampi, dei particolari in carbonio e del loro montaggio completo
Con il collaudato schema organizzativo i lavori sono supervisionati da Vittorio Della Rocca e Lucio Giarolo. 
La verniciatura e il montaggio finale verrà realizzato in Stola s.p.a. con la solita squadra mista di tecnici.

06Rivoli giugno 2002 presso F&S da sinistra Orlando, S. Muratore, P. Durante, M. Stocco, M. Vai, M. Orlando.

07Rivoli giugno 2002 P. Arcadipane e A. Stola. 08Rivoli giugno 2002 M. Stocco, P. Corace, P. Durante.

09Rivoli giugno 2002 Carlo Cavaglià.10Rivoli giugno 2002 G.Grande, P. Arcadipane e Orlando.

La verniciaturà e il montaggio finale verrà realizzata in STOLA s.p.a.  Si tratta di un pick up double cab  che da subito verrà chiamato KIA KCV - II, il design  fortemente sportivo lo rende molto particolare.

Rivoli luglio 2002 Presso la STOLA s.p.a. Anche se di schiena si riconoscono P. Arcadipane, M. Dimaria, Cogerino e XRivoli luglio 2002 Presso la STOLA s.p.a. Anche se di schiena si riconoscono P. Arcadipane, M. Dimaria,
Cogerino e X

12Rivoli luglio2002 Bonetto e Peralta.13Rivoli luglio2002 C. Nardiello e A. Spitaleri.

14Rivoli luglio2002 Beppe Comollo. 15Rivoli luglio2002 P. Arcadipane e G. Grande.

16Rivoli settembre 2002 C. Cavaglià e Cerva.17Rivoli settembre 2002 Cerva, P. Procopio, X e L. Marinuzzo

18Rivoli settembre 2002 Si riconoscono M. Peralta, P. Calò, X, Flavio Secoli e F. Vacca.

2021

19Torino ottobre foto ufficiali della Kia KCV - II prima del trasporto al salone di Parigi.

Parigi ottobre 2002 A. Stola, M. Think, P. Arcadipane e g. Grande.Parigi ottobre 2002 A. Stola, M. Think, P. Arcadipane e g. Grande.

2324

Parigi 8 ottobre 2002 La KCV - II esposta nello stand della Kia.Parigi 8 ottobre 2002 La KCV - II esposta nello stand della Kia.

11 ottobre 2002. Lettera di congratulazione da parte del mamagement Hyudai e Kia.11 ottobre 2002. Lettera di congratulazione da parte del management Hyudai e Kia.

 

FEBBRAIO 2002

A fine dicembre del 2001, a fronte degli ottimi risultati della Lincoln MK 9, il centro stile Ford di Deaborn preannuncia alla STOLA s.p.a. due show cars da realizzare in contemporanea per il salone di Detroit del 2003.
Poco dopo a Londra avviene l’incontro ufficiale fra Alfredo Stola, Giochino Grande e il Direttore Gerry McGovern.
I lavori dovranno iniziare a febbraio del 2002, e gli show cars in questione sono una Lincoln e una Mercury rispettivamente la  Navicross e la Messenger.
Il design sarà ancora di Adriana Monk, Marek Reichman e Per Selvag, diretti da Gerry Mcgovern con sempre presente  la figura tecnica di Joe Bonacchi.

01Londra gennaio 2002 Alfredo Stola Gerry McGovern e Gioachino Grande.02Londra gennaio 2002 Alfredo Stola Gerry McGovern e Gioachino Grande.

A differenza della prima Lincoln sviluppata fra il 2000 e il 2001 per la Navicross verranno realizzati a Rivoli anche il modello degli esterni e quello degli interni conseguenza diretta del fatto che la Ghia a Torino era ormai chiusa da un’anno.

Rivoli febbraio 2002. Nello storico ufficio della STOLA s.p.a. posano per una foto ricordo per inizio lavori della Navicross e della Messenger. Da sinistra Lucio Giarolo, Marek Reichman, Alfredo Stola, Carlo Cavaglià, Sergio Prodan e Giochino Grande.Rivoli febbraio 2002. Nello storico ufficio della STOLA s.p.a. posano per una foto ricordo per inizio lavori della Navicross e della Messenger. Da sinistra Lucio Giarolo, Marek Reichman, Alfredo Stola, Carlo Cavaglià, Sergio Prodan e Giochino Grande.

Rivoli febbraio 2002. Felice Chiara studia le prime sezioni per il progetto Lincoln Navicross. Questo show car perfettamente marciante che sarà consegnato all'inizio del 2003 sarà il suo ultimo lavoro per poi ritirarsi in pensione.Rivoli febbraio 2002. Felice Chiara studia le prime sezioni per il progetto Lincoln Navicross. Questo show car perfettamente marciante che sarà consegnato all'inizio del 2003 sarà il suo ultimo lavoro per poi ritirarsi in pensione.

Rivoli maggio 2002. Segio Prodan con affianco il modello della Navicross appena realizzato da cui poi si realizzeranno gli stampi leggeri.Rivoli maggio 2002. Segio Prodan con affianco il modello della Navicross appena realizzato da cui poi si realizzeranno gli stampi leggeri.

06Rivoli giugno 2002 F. Cerva e C. Pastore.07Rivoli giugno 2002 Carlo Cavaglià

Rivoli settembre 2002Rivoli settembre 2002

09Rivoli settembre 2002 F. Sansalone 10Rivoli settembre 2002 C. Smeu

Rivoli ottobre 2002 Cuscunà e Massano.Rivoli ottobre 2002 Cuscunà e Massano.

12Rivoli ottobre 2002 Bonetto Massano e Cuscunà 13Rivoli ottobre 2002 X, Bonetto e Spitaleri

Rivoli fine ottobre 2002 X, Di Maria e ErminioRivoli fine ottobre 2002 X, Di Maria e Erminio

15Rivoli ottobre 2002 X 16Rivoli ottobre 2002 Massano e Cuscunà

17Rivoli novembre 2002 Cavaglià, Reichman, Grande e McGovern.18Rivoli novembre 2002 X, Y, Z e Bonetto

1920
Rivoli divembre 2002 Beppe Comollo come spesso sotto la macchina.didascalia

Rivoli dicembre 2002 da sinistra Bonetto, Spitaleri e Rosetti.Rivoli dicembre 2002 da sinistra Bonetto, Spitaleri e Rosetti.

22Rivoli dicembre 2002 Di Maria, Bonetto, Vincenzo, Cubeddù, Spitaleri e Cuscunà 23Rivoli dicembre 2002

24Rivoli dicembre 2002 Di Maria, Spitaleri, Chiara,Vincenzo, Bonetto e Cubeddù 25Rivoli dicembre 2002 X, Beccati, Y, Vincenzo, Di Maria, Z e McGovern.

2728

2930

Detroit dicembre 2002 Le foto ufficiali della Lincoln Navicross.Detroit dicembre 2002 Le foto ufficiali della Lincoln Navicross.

Detroit 6 gennaio 2003 Adriana Monk, Marek Reichman e Gerry McGovern con la Lincoln Navicross.Detroit 6 gennaio 2003 Adriana Monk, Marek Reichman e Gerry McGovern con la Lincoln Navicross.

3233
Detroit 6 gennaio 2003 La Navicross esposta nello stand della Lincoln.didascalia

In parallelo nello stesso periodo ma da una diversa squadra di modellatori, si inizia la costruzione della Mercury Messenger, non un prototipo marciante come la Navicross ma un completissimo modello di stile porte apribili.
Lello Locantore è il responsabile tecnico di questo progetto, e realizzerà il modello da salone nel laboratorio di via Ivrea in Rivoli confinante con il solito di via Ferrero 9.
Gli Stilisti come per la Mercury sono sempre Marek Reichman, Adriana Monk diretti da Gerry McGovern.
La Messenger nel gennaio del 2003 al salone di Detroit attraverso il giudizio di una giuria di giornalisti presenti all’evento vincerà il premio del miglior design degli interni. 

34Rivoli marzo 2002

35Rivoli marzo 2002 Massimo Rosettti, Pasqualino Procopio, Luca Rosetti, X e Y

36Rivoli aprile 2002 37Rivoli aprile 2002 X, Y, Z, e Vito Schieraldi.

Rivoli settembre 2002Rivoli settembre 2002

39Rivoli settembre 2002 40Rivoli settembre 2002

Rivoli ottobre 2002 Beppe Comollo.Rivoli ottobre 2002 Beppe Comollo.

42Rivoli ottobre 2002. Francesco Acquaviva 43Rivoli ottobre 2002

44Rivoli novembre 2002 Sokol 45Rivoli novembre 2002

Rivoli dicembre 2002. Il team al completo di Lello Locantore che ha lavorato sulla Mercury Messenger.Rivoli dicembre 2002. Il team al completo di Lello Locantore che ha lavorato sulla Mercury Messenger.

Torino dicembre 2002 L'interno della Messenger premiato a Detroit.Torino dicembre 2002 L'interno della Messenger premiato a Detroit.

4849
Torino dicembre 2002 Le foto ufficiali in studio della Mercury Messenger.Torino dicembre 2002 Le foto ufficiali in studio della Mercury Messenger.

50Detroit 6 gennaio 2003. La Messenger nello stand della Mercury.

 

FINE INVERNO 2002

A fine inverno del  2002, il Vice Presidente dello stile Mitsubishi Europa Akinori Nakanischi, ordina alla modelleria degli Stola la costruzione di un see trough model di in un monovolume che sostituirà la serie Space Wagon.
Molto più grande rispetto il vecchio modello prenderà poi il nome Grandis.

012002 in Stola s.p.a. viene realizzato il see trough model di un monovolume Space Wagon che poi prenderà
il nome Grandis.

0203
Luglio 2002. Akinori Nakanishi vice presidente del Centro Stile Mitsubishi Europa e la sua lettera di congratulazioni per il lavoro eseguito a Rivoli.didascalia

Continua a leggere