Seleziona la tua lingua

 

Studiotorino fra aprile e ottobre 2022, viene coinvolta da Magna Steyr Italia diretta da Tiziano Novo in un progetto relativo ad un esemplare in Special Edition della W Motor Tipo Fenyr SuperSport.
Le attività richieste sono il supporto tecnico al Team di lavoro, la selezione dei materiali e colori per gli interni ed esterni.
Il capo progetto per Magna Italia è Carlo Carena.
Relativamente alla scelta dei materiali e colori Maria Paola Stola, che li ha selezionati, sono poi stati condivisi e confermati da Ralph Debbas.

Rivoli 25 ottobre 2022 presso la Mercury: Maria Paola Stola, Luca Curbis, Susy, Stefano Vair, Alfredo Stola. Davide Secoli, Tiziano Novo, Flavio Secoli, Carlo Carena e Roberto Gatto nell il giorno della spedizione.Rivoli 25 ottobre 2022 presso la Mercury: Maria Paola Stola, Luca Curbis, Susy, Stefano Vair, Alfredo Stola. Davide Secoli, Tiziano Novo, Flavio Secoli, Carlo Carena e Roberto Gatto il giorno della spedizione.

01 

Ospite della famiglia Ruf, Alfredo Stola è ancora una volta presente agli eventi più esclusivi della “Monterey Car Week 2023” in California.
Un momento per incontrare tanti amici nel più bel mondo delle auto classiche e del design, in una cornice unica sulla costa dell’Oceano Pacifico adiacente alla mitica 1W Route.

02Pebble Beach agosto 2023: il prato del campo da golf al “The Lodge at Pebble Beach”

0304
Pebble Beach agosto 2023: la magnifica cornice naturale e il suo pubblico al più esclusivo evento
automobilistico al mondo.
didascalia

 Il momento più importante per la famiglia Ruf è la presentazione della “ Porsche 901 Prototipo”, una fra le più  rare e preziose  auto della Casa di Zuffenhausen al concorso d’eleganza  di Pebble Beach; vincerà il premio assoluto di marca.

05Pebble Beach agosto 2023: la Porsche 901 nel momento della premiazione come Best in Class di Marca.

Pebble Beach agosto 2023: foto ricordo con Estonia Ruf, Alfredo Stola, Alois Ruf e Nathalie Ruf.Pebble Beach agosto 2023: foto ricordo con Estonia Ruf, Alfredo Stola, Alois Ruf e Nathalie Ruf. 

Ancora una volta, quasi in una consuetudine è presente la STUDIOTORINO Ruf R Spyder arancione di John Lotz in straordinaria compagnia della Porsche 901 di Alois Ruf.

Pebble Beach agosto 2023: la Ruf R Spyder carrozzata STUDIOTORINO e la Porsche 901 Prototipo .Pebble Beach agosto 2023: la Ruf R Spyder carrozzata STUDIOTORINO e la Porsche 901 Prototipo .

 Sulla strada del ritorno a Los Angeles è stata ache l’occasione dell’inaugurazione di una bellissima mostra fotografica della giovanissima  Aloisa Ruf che ha attirato fra i più appassionati possesori di Porsche e Ruf.

Agosto 2023 Los Angeles: Aloisa Ruf.Agosto 2023 Los Angeles: Aloisa Ruf.

 Los Angeles agosto 2023: l’incridebile parcheggio di fronte alla mostra di Aloisa Ruf. Los Angeles agosto 2023: l’incridebile parcheggio di fronte alla mostra di Aloisa Ruf.

091012

Los Angeles 2023: alcuni momenti della mostra fotografica di Aloisa Ruf.Los Angeles 2023: alcuni momenti della mostra fotografica di Aloisa Ruf.

 Los Angeles agosto 2023: Freeman Thomas, Alois Ruf e Alfredo Stola all’evento Initium.Los Angeles agosto 2023: Freeman Thomas, Alois Ruf e Alfredo Stola all’evento Initium.

Agosto 2023 Los Angeles: Alfredo Stola e Aloisa Ruf.Agosto 2023 Los Angeles: Alfredo Stola e Aloisa Ruf.

15

12 GENNAIO 2024

  

Il 12 gennaio 2024 il Politecnico di Torino ha conferito la Laurea Honoris Causa in Ingegneria Meccanica a Marcello Gandini.

01Torino 12 gennaio 2024.
Il “Saluto” del Magnifico Rettore Guido Saracco

I Proponenti, le persone  necessarie per promuovere la “Causa”  presso il Politecnico e di conseguenza  attivare l’iter burocratico verso il Ministero dell’Università e della Ricerca, sono stati Claudio Beccari, Flavio Manzoni, Giuseppe Menga, Mariella Mengozzi, Paolo Paloschi, Mike Robinson, Gautam Sen e Alfredo Stola.
La cerimonia di proclamazione iniziata alle ore 16.00 presso l’Aula Magna Giovanni Agnelli gremita alla sua massima capienza di cinquecento persone, come da protocollo é iniziata con il “Saluto”  del Magnifico Rettore Guido Saracco, la “Laudatio” del Professore Massimo Rossetto del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Areospaziale  e la “Motivazione “ da parte di Giorgio Guglieri  Direttore del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Areospaziale.

 

02Fra il pubblico Macello e Claudia Gandini ascoltano la “Laudatio” e la “Motivazione“.

03La “Laudatio” del Professore Massimo Rossetto.04La “Motivazione“ da parte del Direttore Giorgio Guglieri

05Il Professore Rossetto, il Rettore Saracco e il Direttore Guglieri.La proclamazione vera e propria é stata preceduta dalla “Lectio Magistralis” di Marcello Gandini, certamente il più toccante dei momenti per l’attentissima platea; un vero proprio straordinario  “Manifesto” di indicazioni dedicato ai giovani studenti e prossimi laureandi.
Come sempre, con la sua umiltà ma con ferrea fermezza conscio del suo ruolo,  ha dato loro una guida pratica per raggiungere i futuri massimi obiettivi professionali e non solo.

 

06Marcello Gandini alla “Lectio Magistralis”

07Il pubblico.
08Il pubblico.

Al termine della cerimonia culminata con la consegna della pergamena  secondo il rito medievale,  il Professor Alberto Scuro e la Dottoressa Maria Paola Stola, rispettivamente Presidente di ASI,  e membro ASI della Commissione  Case Costruttrici e Design consegnavano una targa dell’Auto Moto Club Storico Italiano a ricordo dell’evento all’Ingegner Marcello Gandini.
Tutti i Proponenti sono grati a Claudia e Marzia Gandini, per avere avuto da loro l’onore e il privilegio di questo esclusivo ruolo.

09Consegna della pergamena. Professor Rossetto. Ingegner Gamdini, Rettore Saracco e Direttore Guglieri.

10Il Professor Scuro e la Dottoressa Maria Paola Stola consegnano
all'Ingegner Gandini una targa ASI.

12I Proponenti presenti il 12 gennaio al Politecnico di Torino: Giuseppe Menga, Gautam Sen, Alfredo Stola, Marcello Gandini, ilRettore Guido Saracco, 
Claudio Beccari e Paolo Poloschi.
 13Alfredo Stola, l’Ingegner  Marcello Gandini e il Rettore Guido Saracco.


Marcello Gandini era completamente all’oscuro di questa iniziativa, infatti l’idea nasce proprio dalle signore Gandini a  marzo del 2023,  con un primo incontro esplorativo a Villarbasse insieme  all’ingegner Claudio Beccari e Alfredo Stola.
Marcello Gandini, sarà informato solo dopo che il Ministro dell’Università  della Repubblica  Italiana  Anna Maria Bernini autorizzava  il Politecnico a procedere.

 13b

Nel grande cortile del Politecnico, una bellissima mostra organizzata dal Dottor Claudio Ivaldi, Presidente del Maserati Club Italia e membro della commissione tecnica ASI, per  ammirare la  selezione di quindici automobili di nove diversi marchi disegnate dal Maestro.

14Presenti alla mostra 15 automobili: Ferrari 308 Rainbow - Ferrari Dino GT4 - Lamborghini Urraco - Lancia Strato's - Maserati Shamal - Maserati Quattroporte IV - Lamborghini Miura S - Lamborghini Countach LP400 - Lamborghini Diablo S.V. - Alfa Romeo Montreal - Maserati Khamsin - Lamborghini Espada - Autobianchi Runabout - Fiat X1/9 - Innocenti Mini

15Il Concept Car Stola S81 apparso al centro dello schermo durante la “Laudatio” del Professor Rossetto, anche se fortemente voluto alla mostra non era presente. Infatti lo stesso giorno era esposto a Milano nel distretto Montenapoleone presso Larusmiani in concomitanza della mostra ADI “Storia del car design e restauro dell’auto d’epoca” con le auto della Collezione Lopresto.
Alfredo Stola uno dei sette Proponenti ha piacere di pubblicare in questa storia la S81, costruita in Stola S.p.A. e disegnata da Gandini nell’anno 2000, per quello che fu l’ultimo Salone dell’Automobile di Torino al Lingotto.

17Milano gennaio- febbraio 2024: la Stola S81 ( collezione Lopresto ) presso la Larusmiani nel distretto Montenapoleone.

18Larusmiani accoglie presso la sua vetrina
l'Alfa Romeo 33 Carabo Bertone.
Larusmiani é solita da tempo ad accogliere nella propria vetrina i più grandi capolavori del car design Italiano, come ad esempio qualche mese prima il rivoluzionario Concept Alfa Romeo 33 Carabo disegnato dal Maestro nel 1968 per la Bertone, e presentato al Salone di Parigi lo stesso anno presso lo stand del carrozziere italiano.
Questo prototipo é da considerarsi uno fra i primissimi esempi di architettura cuneiforme che sarà da concetto per le future Lamborghini Countach, Urraco e in ultimo la Diablo.

 

19Piotr Degler e la sua Dino Ferrari 208 GT4.Un sentito ringraziamento va Piotr Degler per il servizio fotografico esclusivo presso il Politecnico, grande ammiratore di Marcello Gandini da lui già fotografato e intervistato per il suo pluripremiato libro “Made in Italy”.
Il fatto che possieda una classica Ferrari Dino GT4 208 non é certamente casuale. 

 
 
 

Continua a leggere