2 GENNAIO 2005

01

La volontà di Alfredo è comunque di continuare a lavorare nel settore dell'automobile, ma con una precisa scelta di cambiamento di vita.
Proseguire quindi nel segno della tradizione, anche con l’obiettivo ben definito di celebrare nel 2019 i cento anni di lavoro della “Famiglia” per l’automobile, iniziati nel 1919.
Con questi presupposti, il 2 gennaio del 2005, insieme a Maria Paola Stola e con il contributo di Marco Goffi, costituiscono davanti al Notaio Mario Enrico Rossi  STUDIOTORINO s.r.l.

2 gennaio 2005 Villarbasse. Alfredo e Maria Paola Stola esaminano i disegni definitivi di Aldo Brovarone.2 gennaio 2005 Villarbasse. Alfredo e Maria Paola Stola esaminano i disegni definitivi di Aldo Brovarone.

Marco GoffiMarco GoffiLa società ha come obiettivo la realizzazione di carrozzerie speciali per fuoriserie, consulenza tecnica e manageriale per i primari operatori dell'automotive e rapporti di collaborazione con le scuole di design e università.
Fra gli interessi di STUDIOTORINO c'è anche la ricerca e lo studio delle "auto classiche" in particolare i "Concept Cars" storici dei più illustri maestri mostrati nel tempo.

 

16 GIUGNO 2005

01

Novembre 2004 Torino. Aldo Brovarone disegna molte proposte della spider di STUDIOTORINO.Novembre 2004 Torino. Aldo Brovarone disegna molte proposte della spider di STUDIOTORINO.Il 16 giugno 2005, dopo sei mesi di lavoro, vengono presentati al Museo dell’Automobile di Torino “Biscaretti di Ruffia” le prime due fuoriserie di STUDIOTORINO.
Sono le RK SPYDER e la R SPYDER disegnate da Aldo Brovarone, entrambe costruite su base Porsche 987, il cui progetto è sviluppato insieme ad Alois Ruf della Ruf Automobile.
I due prototipi sono volutamente costruiti a mano con le più tradizionali tecniche della scuola torinese di modellazione e carrozzeria.
Febbraio 2005 Rivoli. C.Bordone, A. Stola, S. Sellan e V. Della Rocca.Febbraio 2005 Rivoli. C.Bordone, A. Stola, S. Sellan
e V. Della Rocca.
Con l’occasione della fine della modellazione di stile della SPYDER, è volontà di Alfredo mostrare in anteprima il risultato a tre uomini per lui fondamentali.
Carlo Bordone, Sellan Sante e Vittorio Della Rocca che hanno lavorato come Capi Officina in diversi momenti fra 1945 e il 2002 nelle modellerie di Famiglia di via Issiglio, di via La Thuile a Torino e di via Ferrero 9 in Rivoli.

15 giugno 2005 Villarbasse. Il giorno prima della presentazione ufficiale Alfredo e Maria Paola Stola posano con la RK Spyder.15 giugno 2005 Villarbasse. Il giorno prima della presentazione ufficiale Alfredo
e Maria Paola Stola posano con la RK Spyder.

17 giugno 2005 Torino. Il giorno dopo la presentazione ufficiale sulla pista del Lingotto il secondo prototipo R Spyder arancione.17 giugno 2005 Torino.
Il giorno dopo la presentazione ufficiale sulla pista del Lingotto il secondo prototipo R Spyder arancione.

Tra il 2006 e il 2007 vengono costruiti altri due esemplari sempre nella versione Spyder per il mercato americano, con una motorizzazione a 6 cilindri di 3600 cc kompressor che sviluppa una potenza di 440 Hp.

16 giugno 2005 MAUTO di Torino. Un momento della Premiere di STUDIOTORINO, al centro la RK Spyder. Attualmente quest'esemplare è a Torino sempre con gli interni rossi ma con la tinta della carrozzeria bianca.16 giugno 2005 MAUTO di Torino. Un momento della Premiere di STUDIOTORINO, al centro la RK Spyder. Attualmente quest'esemplare è a Torino sempre con gli interni rossi ma con la tinta della carrozzeria bianca.

0716 giugno 2005 Alois Ruf alla Premiere
con uno dei suoi motori.
0816 giugno 2005 Alex Lordi e Maria Paola Stola con la R
Spyder attualmente quest'esemplare è in California (USA).

09Giugno 2006 Rivoli. La terza RK Spyder in
partenza per il Kansas (USA).
10Maggio 2007 Torino. La quarta RK Spyder in partenza
per il New Hampshire (USA).

 

25 APRILE 2006

Massimo Stola 1960 - 2006Massimo Stola 1960 - 2006Il 25 aprile 2006, a soli 46 anni, scompare Massimo Stola, dopo una lunga malattia sopportata con coraggio e combattuta con dignità.
Una persona per bene, un lavoratore infaticabile dotato di raffinata intelligenza.
L’Azienda, per la sua competenza nei rilievi matematici delle superfici e della relativa fresatura a controllo numerico dei modelli, deve molto a Massimo Stola.
In Italia, nello specifico nel settore dei modelli per automobile, è stato un pioniere, attraverso lo sviluppo di software appositamente scritti fra la fine del 1979 e il 1981.

 

18 AGOSTO 2006

01

02Dicembre 2005 Torino. Aldo Brovarone mostra ad Alfredo i bozzetti definitivi della RK Coupé.

Il 18 agosto 2006, come evoluzione naturale del progetto RK, ancora una volta su base Porsche 987, la Ruf Automobile insieme a STUDIOTORINO presentano la RK COUPÈ al “The Quile Lodge” a Carmel, in California. Questa Coupé, sempre disegnata da Aldo Brovarone, è prodotta in due esemplari per il mercato europeo con una motorizzazione 3.600 cc kompressor, che sviluppa 470 bhp.
Quindi 30 bhp di incremento potenza rispetto alle prime due RK SPYDER, è il risultato del lavoro di sviluppo seguito in prima persona da Alois Ruf.

6 agosto 2006. Sul tetto del Lingotto a Torino prima della partenza per il The Quail Lodge a Carmel (USA) dove il 18 agosto verrà presento ufficialmente.6 agosto 2006. Sul tetto del Lingotto a Torino prima della partenza per il The Quail Lodge a Carmel (USA)
dove il 18 agosto verrà presento ufficialmente.

18 agosto 2006 Carmel. Presentazione ufficiale della RK Coupé nell'area dedicata alla Ruf Automobile al The Quail Lodge.18 agosto 2006 Carmel. Presentazione ufficiale della RK Coupé nell'area dedicata alla Ruf Automobile
al The Quail Lodge.

0506
18 agosto 2006 Prima di arrivare al The Quail Lodge due classiche fotografie, a Carmel davanti allo storico distributore della Gilmore e a Pebble Beach sulla 1 nel famoso tratto 17 miles road.didascalia

Settembre 2007 Torino. Il secondo esemplare di RK Coupé consegnato in Germania.Settembre 2007 Torino. Il secondo esemplare di RK Coupé consegnato in Germania.

 

8 FEBBRAIO 2008

L’8 febbraio 2008 a Roma, in occasione della mostra “Scrigno Tesori d’Italia”, STUDIOTORINO per conto di “Studio M” realizza il particolare modello in scala della Maserati chiamato “Cinqueporte”.
Nella stessa occasione, sempre per "Studio M" realizza il “trim and colour" sia degli esterni che degli interni per la Fiat 500 “Pepita”.
I Partner tecnici per questi due progetti sono Salt Gavina, ADM e Daniele Gaglione.

01Gennaio 2008. A. Stola completa il modello Maserati Cinqueporte prima della consegna a Roma.025 Febbraio 2008 Villarbasse. Maria Paola Stola sulla Pepita prima della presentazione a Roma.

03Febbraio 2008 Fotografia in studio del modello in scala della Maserati Cinqueporte.

045 Febbraio 2008 Villarbasse. La 500 Pepita prima della spedizione a Roma. Essa è verniciata con una percentuale di oro 24 carati e anche gli pneumatici con fasce in oro sono verniciati con il prezioso metallo. Gli interni sono sellati in coccodrillo e la plancia rivestita in madreperla.

In première il 12 dicembre alla Turin Gallery, COUPETORINO viene presentata alla mostra “FORME FUORI DALLA SERIE” con un modello in scala, immaginato per un unico esemplare derivato dalla storica icona degli spider, la Mercedes SL (R 230).

Continua a leggere