FINE AUTUNNO 1999

01Nell’ultima parte del 1999 la Direzione Tecnica della Maserati coinvolge la Stola S.p.A. in un progetto di grande importanza non solo per la stessa casa del Tridente ma per la storia di uno dei suoi più iconici modelli.
L’Avvocato Luca Cordero di Montezemolo in un preciso piano di rilancio aziendale pianifica la quinta generazione della Tipo Quattroporte icona mondiale delle berline sportive di lusso.
Lo stile prescelto è la Pininfarina e la progettazione è affidata agli Stola anche grazie agli ottimi risultati ottenuti in termini di qualità con il precedente progetto sportivo M 338 più conosciuto come  3200 GT.
Come nei precedenti progetti di sviluppo modello, anche in quest’ultimo le attività iniziano dalla scansione del modello di stile per arrivare alla definizione delle superfici di classe A.
Questa prima fase vede il team CAD di Massimo Stola assistito da Carlo Mantovani coinvolto con gli stilisti di Pininfarina al fine di raggiungere l’eccellenza richiesta nella qualità delle superfici estetiche esterne della carrozzeria.
L’utilizzo dei software Icemsurf diventato standard per questo tipo di modellazione, di Opticore per l’analisi  dei riflessi e delle curvature analizzate nelle sale virtuali di Stola ha consentito di raggiungere l’obiettivo che viene comunque validato dalla fresatura del modello Master. 

02

03

Benedetto Carmelo è il capoprogetto per la Stola per il progetto Quattroporte, insieme al nipote Iacopo.Benedetto Carmelo è il capoprogetto per la Stola per il progetto Quattroporte, insieme al nipote Iacopo.Completata questa prima fase si è potuta iniziare l’attività di ingegnerizzazione, partendo dai prestudi di fattibilità del modello di stile.
Il responsabile tecnico della Stola s.p.a. per il progetto Maserati Quattroporte sarà Carmelo Benedetto coadiuvato da vari Team leaders ognuno dei quali sarà responsabile di differenti aree della carrozzeria, autotelaio, vano motore, fiancate, porte, frontale, cofano e baule, finizioni esterne, plancia e finizioni interne.
Il Team Quattroporte raggruppa circa 50 progettisti e l’attività è realizzata con il software Catia secondo il processo ormai consolidato che prevede la realizzazione di: Studi definitivi, Disegnazione e modellazione dei singoli componenti e Disegnazione completi e complessivi.
Fondamentale per il controllo dell’avanzamento progetto è stato il sistema di archiviazione e condivisione dei dati (Virtual Project Management) di IBM e la gestione della Distinta Base su AS400, assegnata anche quest’ultima al Team Stola di Paola Busato, strumenti che hanno consentito agli attori operanti sul progetto, Maserati, Stola, Codesigners e fornitori di poter disporre di dati sempre aggiornati.
Le riunioni di avanzamento e condivisione delle soluzioni progettuali, per circa due anni si sono tenute nella sala virtuale di Cinisello. La possibilità di analisi di dettaglio, su grande schermo e in 3D, di come il progetto avanzava ha contribuito all’ottenimento dell’eccellente risultato finale presentato al Salone dell’automobile di Francoforte nel 2003.
Come sempre l’area “sistemi” interna e la relativa interfaccia esterna verso il cliente è stata coordinata da Gianfranco Morlacchi.

Giugno 2003 una delle prime immagini ufficiali della Maserati quattroporte la cui prima presentazione dedicata ai fornitori avvenne a Modena. Lo stile degli esterni e degli interni è di Pininfarina e l'ingegneria, le matematiche i master sono stati realizzati dalla Stola s.p.a.Giugno 2003 una delle prime immagini ufficiali della Maserati quattroporte la cui prima presentazione dedicata ai fornitori avvenne a Modena. Lo stile degli esterni e degli interni è di Pininfarina e l'ingegneria, le matematiche i master sono stati realizzati dalla Stola s.p.a.

 

DICEMBRE 1999

01

Nell’ultima parte del 1999 la Stola s.p.a. acquista il 100% della società Estival, una storica modelleria francese la cui sede operativa è a Ivry sur Senna alle porte di Parigi.
L’acquisizione avviene direttamente dal suo proprietario Luciano Vercellotti amico di una vita degli Stola, che la dirige già dal lontano 1978 con l’assistenza del manager Gerard Picard.
L’Estival fondata nel 1949 da Monsieur Estival è una delle più antiche società che operano nei settori modelli e show car, e con le nuove tecnologie CAD - CAM e CN a sua disposizione dalla metà degli anni ottanta la rende anche una delle più moderne di Francia.
Una precisa strategia suggerisce questa espansione oltre alpe da parte della modelleria di Rivoli, ovvero poter con discrezione lavorare per le case automobilistiche Renault, Peugeot e Citroen.
La Stola s.p.a. è piuttosto nota in Germania ma in Francia assai meno, e per questo motivo la famiglia delegherà Gerard Picard gli incarichi di Amministratore e Direttore Tecnico.
Già da i primi mesi del 2000 verranno deliberati nuovi investimenti tecnici incluso anche un ampiamento degli spazi lavorativi con nuove aree riservate.
La conduzione di Estival si rivelerà relativamente facile e profiqua grazie soprattutto al professionale lavoro di Picard e alla generosa consulenza di Vercellotti.

Continua a leggere